Fonseca punta sul “coraggio” di Cristante e l’esperienza di Smalling, ma avverte: “Restiamo umili”

Fonseca punta sul “coraggio” di Cristante e l’esperienza di Smalling, ma avverte: “Restiamo umili”

Il tecnico in conferenza stampa: “Serve equilibrio, non abbiamo raggiunto nessun obiettivo”. L’inglese pronto a partire dal primo minuto. Ripartono i discorsi per lo stadio

di Valerio Salviani, @vale_salviani

Dobbiamo restare uniti e umili, non abbiamo ancora conquistato niente“. Il discorso di Fonseca risuona in conferenza stampa con le stesse note di quello fatto allo spogliatoio. Il portoghese vive il momento della Roma con l’esperienza di chi è nella capitale da una vita e conosce le dinamiche ingannevoli degli alti e bassi continui. Il gol di Dzeko segnato con il Bologna al 94′ ha proiettato i giallorossi a ridosso delle prime tre, ma domani sarà già tempo di confermarsi.

CONTRO LA DEA – All’Olimpico arriva l’Atalanta dell’uomo del “no” Gian Piero Gasperini. Facile immaginare un’accoglienza più ostile del solito da parte dei tifosi romanisti. In campo Paulo Fonseca non avrà l’ex Gianluca Mancini (squalificato), potrà contare su un Chris Smalling in più. “Domani giocherà” ha detto sicuro l’ex Shakhtar. L’ex Manchester è pronto all’esordio: “Non vedo l’ora” le sue parole. Al centro del campo si affiderà ancora una volta al “coraggio” di Cristante: “Per fare il gioco che voglio serve uno come lui”. La formazione anti-Atalanta sembra decisa, con Zaniolo che tornerà in campo dal primo minuto al posto di Kluivert. L’olandese non è al 100% per una contusione rimediata contro il Bologna, ma è regolarmente tra i 21 convocati. Ci saranno anche Dzeko e Kolarov, veri trascinatori al Dall’Ara. Per loro non è da escludere un futuro in società da dirigenti. Il club ci sta pensando, ma il futuro prossimo è ancora in campo.

STADIO, SI RIPARTE – Si rimettono in moto i discorsi sullo stadio tra Comune e proponenti. Domani il vice-presidente Baldissoni rappresenterà la Roma nella riunione con il Campidoglio e Eurnova. Sul piatto sempre il nodo trasporti, ma anche grazie alla svolta di Governo sembra essere tornato l’ottimismo. Anche l’Assessore allo Sport Frongia si dice ottimista: “I discorsi sono ripresi dopo l’estate, mi sembra un buon segnale”.

LA ROMA CON BOUAH – Un grande segnale. La Roma non abbandona i suoi figli. Dopo il grave infortunio al ginocchio e il nuovo lungo stop che dovrà affrontare, Devid Bouah ha trovato il modo di sorridere grazie al rinnovo di contratto firmato con i giallorossi. Il club di Pallotta ha voluto blindare il giovane fino al 2024, regalandogli un sogno. “La Roma mi ha dato molta fiducia in un periodo buio” ha dichiarato ai canali del club il Primavera.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy