Fonseca: “Domani giocano Pedro e Smalling”. El Shaarawy chiede un posto da titolare, c’è Reynolds

Sfida importante domani per i giallorossi che ritroveranno dal primo minuto l’inglese, fondamentale vista l’emergenza in difesa. Anche Ballardini deve fare i conti con gli infortuni: assenti Pandev e Perin

di Redazione, @forzaroma

In attesa di risolvere il problema con le big, Fonseca è chiamato a centrare tre punti contro il Genoa domani nel lunch match delle 12.30 all’Olimpico. Il tecnico portoghese oggi ha festeggiato i suoi 48 anni (compiuti ieri) con una passeggiata al centro di Roma ma, prima, ha presentato la sfida in conferenza stampa, dando anche qualche anticipazione sulla formazione: “Pedro partirà dal primo minuto, Smalling sta bene, domani giocherà”. I tanti impegni spaventano la Roma e in particolare Fonseca: “Per me è un grande problema, sono troppe partite per i giocatori. Quello che possiamo fare? Avere meno competizioni. Fisicamente non è giusto, non è umano per i giocatori“. In tal senso, molti giocatori non hanno tempo per rifiatare che subito devono farsi trovare pronti per la prossima partita. Uno di questi è Spinazzola, visto che Calafiori non è ancora al meglio e non ci sono vere alternative sulla fascia sinistra: “Se abbiamo bisogno di far giocare Spinazzola dobbiamo farlo, non dobbiamo pensare nelle altre partite”, dice Fonseca. Subito dopo la conferenza è stata diramata la lista con i convocati per la partita: assenti per infortunio Veretout e Dzeko, mentre Kumbulla squalificato salta la gara. In difesa prima chiamata per Reynolds. Anche Ballardini dovrà fare a meno di due giocatori importanti della sua squadra: tra i convocati non figurano Pandev e Perin (lasciato prudenzialmente a riposo), alle prese con fastidi muscolari. Torna invece Rovella che aveva saltato il derby con la Sampdoria.

El Shaarawy vuole la maglia da titolare, Cassata: “Non partiremo battuti”

 

Un giocatore che scalpita per una maglia da titolare è El Shaarawy, che proprio contro il Genoa segnò il suo ultimo gol in giallorosso. Ieri in allenamento c’è stato un fitto colloquio tra Fonseca e il Faraone. Indicazioni tattiche sì, ma anche motivazioni extra in vista di una partita che potrebbe vederlo tra i protagonisti. Per il numero 92 è importante giocare domani contro i Grifoni, visto che ad assistere alla gara ci sarà anche il ct della Nazionale Mancini. Della sfida ha parlato anche Francesco Cassata al Secolo XIX, che assicura che domani i Grifoni daranno battaglia: “Se la Roma è così in alto in classifica un motivo c’è, non è un caso. Però ora siamo un altro Genoa e possiamo fare loro male con le nostre armi. Pur soffrendo un po’, con Juve, Atalanta e Lazio ce la siamo giocata ed abbiamo fatto anche punti. Ci proveremo anche a Roma, non partiremo certo battuti”.

LaPresse

 

Roma Primavera, pari col Sassuolo. La Femminile cade fuori casa col Verona

 

Beffa per la Roma Primavera, che alle 13 allo stadio Tre Fontane ha affrontato il Sassuolo. I ragazzi di Alberto De Rossi trovano il secondo pareggio consecutivo in campionato dopo quello della scorsa giornata contro la Sampdoria. I giallorossi vanno in vantaggio con Providence su rigore, ma due giri d’orologio più tardi si fanno sorprendere su calcio d’angolo incassando la rete del pareggio di Flamingo. I giallorossi rimangono comunque primi in classifica, ma si fanno accorciare dalla SPAL, in attesa della partita di domani dell’Inter, a soli 4 punti di distanza. Alberto De Rossi non ci sta e condanna la disattenzione dei suoi:E’ ripetitiva perché ci è successo in altre 5 partite. Stiamo lasciando punti dietro. Dà fastidio perdere punti in questo modo”. Passo falso anche per la Roma Femminile, che dopo 4 vittorie consecutive cade in casa dell’Hellas Verona. Le giallorosse hanno incassato gol al 51′ su calcio d’angolo di Mella. Nel finale la solita Serturini prova a rendere meno amaro il risultato ma colpisce la traversa. Le ragazze di Betty Bavagnoli rimangono quarte in classifica in attesa della partita della Fiorentina.

 

La Roma guarda ancora al Verona per rinforzarsi in difesa. Dopo Marash Kumbulla, arrivato in estate, il nuovo obiettivo è Matteo Lovato. Come riporta La Gazzetta dello Sport, il club giallorosso ha già offerto per lui 13 milioni. Sul centrale c’è l’interesse anche del Milan.

Claudia Belli

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy