Roma-Genoa 'Radio Pensieri': “Lamela deve giocare più semplice e funzionale”, “A Milano sarà decisiva”

di Redazione, @forzaroma

(redazione ForzaRoma.info) Partita brutta quella di ieri ma tre punti importantissimi.

Che ne diranno i protagonisti dell’etere romano? Il nostro giro pirotecnico sulle modulazioni di frequenza comincia poco dopo le ore 8 su RadioErre2 con Il mio canto libero “Era importante vincere e la Roma lo ha fatto – dice Sandro Nini – Non è stata una bella partita ma resta vivo l’obiettivo Champions. Sposo in pieno lo striscione di ieri sera della Sud. Importante anche l’accordo con la Disney che in molti prendono in giro. Sulla partita dico una cosa: ma quando si darà più spazio a Bojan? Questo ragazzo ieri ha dimostrato per l’ennesima volta di spaccare la partita, cambiandone il volto. Merita più fiducia”.

 

Alle ore 8.30 nella trasmissione mattutina di Radio Radio si analizza Roma-Genoa “Luis Enrique ha detto che non gli è piaciuta? Troppo facile dirlo quando si vince, bisognerebbe dirlo quando si perde. – ha detto Tony Damascelli – Ieri ho visto alcuni calciatori da comodino, che vengono esaltati dal calcio di oggi, ma che non hanno niente a che vedere con i campioni. Quando uno è abituato a Totti e De Rossi vedere ha ormai il palato fino. E’ come paragonare la Ferilli ad un’attricetta qualsiasi. Ma l’importante era vincere e la Roma ci è riuscita”

Alle ore 10 su Teleradiostereo, in riferimento a Roma-Genoa,  Davide Rossi dice “A me ieri la Roma non è piaciuta per niente, la vittoria è importantissima ma la classifica adesso non va vista. Sarà importante vederla dopo Roma-Novara. Ora il prossimo turno è difficile per la Roma. Se tra due giornate la classifica sarà la stessa allora va bene. Continuo a vedere una squadra che non puo’ fare a meno di assenze importanti come Totti, Pjanic e ..De Rossi con problemi al piede. Lamela, poi, non può fare il trequartista. La cifra tecnica della squadra si abbassa e la Roma va in difficoltà”.

“Nel finale la Roma ha sofferto ma il pareggio sarebbe stato una beffa – dice Dario Bersani – Metteteci che Bojan è stato molto sfortunato. Tra Palermo e Genoa due vittorie non alla Luis Enrique, ma sei punti importantissimi. Credo però che questa Roma non potrà arrivare al terzo posto, ma al quarto sì”

Alle ore 10 su Centro Suono Sport comincia Te la do io Tokyo “la Roma ha giocato molto bene. I migliori? Osvaldo per il gol e Heinze per una prestazione sontuosa – dice Mario Corsi – Ora andiamo a Milano dove sarà importantissimo fare punti. Il Milan ha in testa quattro partite tra Coppa Italia Champions e campionato, noi solo una. Sarà determinante per il campionato della Roma”.

“Non sono d’accordo – dice Jonathan Calò – Io dico che saranno importanti le successive perché hai un calendario piuttosto agevole e ci sarebbe spazio e tempo per recuperare”

Su Rete Sport si commenta Roma-Genoa “Ieri la Roma ha meritato la vittoria e giocato meglio del Genoa, – dice Federico Nisii – Il risultato ci va stretto perchè a mio avviso potevamo vincere con 2 o 3 gol di scarto. Nonostante questo, abbiamo dimostrato di avere ancora qualche difetto. Nella prima mezz’ora, anche ieri, la Roma ha aggredito e sfiancato il suo avversario, segnando nei primissimi minuti come accaduto in altre circostanze. Ieri bravo Greco, il più continuo a centrocampo. Osvaldo ha fatto un gran gol, simile a quello di Borini con l’Inter ma più difficile. Mi fanno ridere certe considerazioni sulla mancanza di gol dell’argentino visto che nel 2012 ha giocato 3 partite. Osvaldo ormai è una garanzia. Lamela deve capire che non ci deve più stupire, deve giocare più semplice e funzionale, migliorerà. Borini se avesse segnato sarebbe stato da 7,5/8 un’altra volta, pressava continuamente i difensori del Genoa, è stato straordinario. Sarebbe pericoloso rinunciare a lui contro il Milan. Peggiore in difesa Taddei, in difficoltà a destra, va meglio quando gioca a sinistra. Josè Angel migliora partita dopo partita anche in fase difensiva, il migliore di tutti però è stato ancora una volta Heinze. Cresce progressivamente anche la fiducia in Kjaer che credo rimarrà perchè le doti le ha, andrà solamente decifrato il suo carattere. Dovremo essere più positivi a Milano, ma saremo aiutati dal rientro di Totti e Pjanic”

“La Roma ha avuto molte occasioni da gol, più del Genoa, – afferma Ugo Trani – il migliore dei rossoblu infatti è stato Frey, basti pensare che il primo tempo doveva finire 3-0. In una prestazione in cui il 90% dei singoli non avrebbe meritato la sufficienza in caso di mancata vittoria, la Roma è stata comunque migliore dell’avversario e ha meritato la vittoria. Significa che la squadra sta trovando equilibrio, non ha mai rischiato dietro, nonostante De Rossi e Taddei non siano in condizioni ottimali, e con le lacune difensive di Josè Angel. Nonostante tutti questi fattori, la Roma ha concesso solo una palla gol al Genoa. La Roma deve crescere, sono d’accordo con Luis Enrique, ma averne vinte di partite così per 1- 0″

“Ragionando a freddo credo che la Roma abbia fatto una buona partita, nonostante le assenze di Totti e Pjanic dice Luca Valdiserri – Ieri De Rossi si vedeva che non era fisicamente a posto e Taddei ha subito molto dalla sua parte, ma non si può pretendere di avere 11 giocatori al top. La maturità c’è stata e la squadra ha portato a casa i punti nonostante questo. Si diceva che il derby innescasse serie positive per chi vinceva e negative per chi perdeva, stavolta è successo il contrario. Nelle ultime due partite la Roma ha dimostrato di aver compreso ed elaborato diverse cose, sta imparando a camminare da sola. Se continua così potrebbe fare un buon finale di campionato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy