‘RADIO PENSIERI’, CAGNUCCI: “Tutti credono allo Scudetto” , CHERUBINI: “Vincere convincendo” , TORRI: “Vincere per mettere pressione alla Juve”

di finconsadmin

(Redazione ForzaRoma.info) Continua anche oggi la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali. (AGGIORNA)

 

 

MARCO CHERUBINI (TeleRadioStereo) : “Serve pazienza e saggezza tattica stasera. Le assenze sulle fasce si faranno sentire, ma la differenza di classifica è molta. Bisogna prendere 3 punti contro il Bologna e poi bissare contro l’Inter, aspettando il big-match del San Paolo. Attenzione ai lanci lunghi, ma le chiacchiere stanno a zero. La differenza tecnica ti impone di vincere convincendo”

 

PIERO TORRI ( TeleRadioStereo ) : “Se dopo il trittico Bologna-Inter-Napoli la squadra giallorossa si avvicina ulteriormente alla Juventus, prepariamoci ad un grande finale di stagione. Mi aspetto un Bologna che si metterà nella sua metà campo buttando il pallone a Bianchi sperando che possa nascere qualcosa. Stasera si deve vincere, per mettere una piccola pressione alla Juve.”

 

ANGELO MANGIANTE ( ReteSport ) : “Garcia è rispettato da tutti, è assecondato dai dirigenti e si è visto nel mercato di gennaio. Anche a giugno arriveranno almeno un paio di giocatori sotto indicazione del tecnico francese. Garcia non mi sembra che sia a Roma per puntare ad altro, lo ha detto anche nelle interviste. Mi ricorda molto Spalletti”

 

ADRIANO SERAFINI ( TeleRadioStereo ) : “Strootman ha avuto un momento di flessione, ma a parità di condizione Garcia schiera sempre i tre titolari. Voglio Strootman per tutta la vita. Il suo impatto è stato devastante, anche più di Benatia. A Garcia quando parla di Strootman gli brillano gli occhi.”

 

TONINO CAGNUCCI (ReteSport) : “E’ bello andare in trasferta, oggi è sempre più difficile farlo. E’ eccezionale seguire la squadra per cui si tifa. Bologna è un classico, evoca tanti bei ricordi. Garcia è la faccia nuova della Roma di quest’anno. Tutti credono allo Scudetto. Non guardiamolo come un anticipo questo Bologna-Roma, visto che la Roma ha una partita in meno. Sembra che sia difficilissimo battere il Parma, e non credo che sia complicato, non è il Real Madrid. Dopo la partita di stasera la Roma avrà giocato le stesse partite della Juve.”

 

RICCARDO GENTILE (ReteSport): “La norma sulla discriminazione è grottesca. Lancio una provocazione, in Italia, da quanto si evince, non ci sono più i razzisti ma solo discriminatori. Non mi stupirei se domani Strootman partisse dalla panchina”.

 

ALESSANDRO ANGELONI (ReteSport): “La società fino ad ora non ha detto nulla ai tifosi per quanto concerne i cori discriminatori. Ha fatto bene, perchè se parlasse, i tifosi potrebbero vederla come un intervento mirato al solo scopo economico, in quanto la Roma non incassa con le curve chiuse. Se parla il tecnico o la squadra, invece, questo viene visto come un aiuto chiesto ai tifosi per continuare a vincere”.

 

JACOPO SAVELLI (ReteSport): “E’ indubbio che questa norma sia una follia, ma finché c’è va rispettata. I tifosi del Napoli sono diventati immuni a qualsiasi tipo di sanzione”

 

PIERLUIGI PARDO (Teleradiostereo): “La Roma è seconda non perché è più forte del Napoli ma perché gioca meglio a calcio rispetto alla squadra di Benitez”.

 

MIMMO FERRETTI (Teleradiostereo): La Roma deve vincere a tutti i costi per mettere pressione alla Juventus. Non credo che il Torino possa battere i bianconeri, però se riuscisse a strappare un pareggio sarebbe comunque ottimo. Se non vinci stasera poi il risultato di domani è ininfluente. Per quanto concerne il modulo, scontato l’utilizzo del 4-2-3-1″.

 

GALOPEIRA (TeleRadioStereo): “Non sono convinto che il Bologna abbia perso molto con Diamanti..”

 

LUCA VALDISERRI: (ReteSport):  ” I tifosi devono capire che la Roma si sta giocando qualcosa d’importante, non è quindi il caso di svantaggiarla con l’assenza dei propri tifosi per cose futili come i cori contro i napoletani. In caso di molteplici assenze, in base all’avversario, per Garcia è Bastos è terzino sinistro”.

 

DAVID ROSSI (TeleRadioStereo) : “Secondo me la Roma in estate farà un grande acquisto. So già che Sabatini sta lavorando per il mercato di quest’estateMi fido sempre poco di queste partite in cui la Roma è superfavorita…”

 

PAOLA DI CARO (ReteSport): “La Roma deve vincere e sperare nel derby di Torino. I rinnovi di Garcia e Pjanic? Quello di Pjanic sembrava fatto invece adesso non si sà. Io dico che i contratti non sono prigioni, se ne può sempre uscire con un vantaggio per entrambe le parti. Le parole di Ieri di Garcia lasciano presagire che il rinnovo è vicino”.

 

UGO TRANI (ReteSport): “La Roma di Garcia, per filosofia di gioco ed interpretazione sia offensiva che difensiva, mi ricorda un pò quella di Spalletti, anche se lui non fece così bene. Ieri il tecnico ha detto ai tifosi che la Roma ha bisogno di loro ma facessero come gli pare. Io credo, o meglio non mi stupirei, che stasera a Bologna i tifosi intoneranno il famoso coro sul Vesuvio”.

 

FRANCO MELLI (RadioRadio): “Bologna è un test per le possibilità della Roma. Se alla fine di questo turno le cose sono rimaste così o addirittura peggiorate, è chiaro che bisognerà solo difendere il 2° posto”.

 

FURIO FOCOLARI (RadioRadio): “Attenzione al Bologna, viene da una vittoria fuori casa a Torino e una sconfitta immeritata a Milano. A volte quando una squadra cede il suo miglior giocatore, escono fuori nuovi equilibri”.

 

ROBERTO RENGA (RadioRadio): “Garcia ha detto delle cose positive su Destro, ma ha detto anche altre cose. Ad esempio che per diventare grande bisogna avere costanza negli allenamenti, come se questa cosa non avvenisse”.

 

MICHELE GIAMMARIOLI (Radio Manà Manà Sport)“Garcia è importantissimo per Pjanic. La sua convinzione e quella della squadra è direttamente proporzionale a ciò che è trasmesso dal tecnico, basti vedere il video fatto per gli auguri di compleanno… Credo che la Roma dovrebbe rinnovargli il contratto indipendentemente da una cessione o meno”.

 

FABIO MACCHERONI (Radio Manà Manà Sport)“Pjanic è un giocatore fondamentale che non ha eguali ed il suo procuratore lo sa. Se dovesse partire il serbo non è Naingolan l’acquisto che colmerebbe la sua partenza, dal momento che lo ritengo un ottimo cambio per De Rossi e Strootman”.

 

TIZIANO CARMELLINI (Radio Manà Manà Sport): “Bisognerebbe capire sui giovani della Roma se ha più senso far giocare Romagnoli o spostare Bastos, che sicuramente è un ‘ala e nella fase difensiva si deve sempre adattare”.

 

FULVIO STINCHELLI (Radio Manà Manà Sport):Tra Roma e Juventus rischiano sicuramente i bianconeri maggiormente. Sarà comunque durissima per il Torino: nonostante la squadra di Conte abbia un momento in cui non è fresca fisicamente, sopperisce sicuramente con una immensa forza mentale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy