‘RADIO PENSIERI’, D’UBALDO: “Nainggolan riscattato potrebbe essere venduto il prossimo anno”, CARINA: “Romero non è un titolare”

Continua la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali

di Redazione, @forzaroma

Quello delle Radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Sì, anche le altre città hanno degli spazi dedicati allo sport, e magari anche la loro stazione dedicata alla squadra del luogo. Non si troverà mai, tuttavia, una voce altisonante e popolare come quella proveniente dagli apparecchi della Capitale; una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo, e una folla di appassionati pronti a sintonizzarsi all’ora concertata. Ogni protagonista va a comporre un grande collage che riempie di spunti, approfondimenti e contraddizioni la settimana del tifoso. Un ciclo continuo, che si rinnova sulle frequenze FM locali ogni giorno, di partita in partita, stagione dopo stagione.

 

PIERO TORRI (Tele Radio Stereo): “Una Roma deludente ha comunque fatto 70 punti e questa squadra vale già più di 70 punti così com’è; basta pensare ai tanti giocatori su cui si può pensare che garantiranno un rendimento migliore. Servono solo 2-3 giocatori importanti per avvicinarci di più alla Juve. Senza Tevez e Pirlo, loro quanto perdono?”  

 

STEFANO CARINA (Radio Radio): “A me Romero non mi convince. Se arriva non gioca titolare. E’ stato già bocciato alcuni anni fa da Luis Enrique. Romero non era titolare nemmeno alla Sampdoria. Per Destro c’è l’accordo tra i Club ma è difficile convincere il giocatore, che è un tipo strano, pensa che restando in Serie A potrebbe scalare meglio le gerarchie di Conte in nazionale”

 

GUIDO D’UBALDO (Radio Radio): “La Roma per il portiere aveva cominciato mirando alto con Cech e Handanovic, poi ha ripiegato su Romero ma l’argentino, che secondo me a Roma farà la riserva a De Sanctis, chiede molto come ingaggio. Per questo credo che sia ancora aperta la pista che porta al bosniaco Begovic. Nainggolan è stato riscattato e potrebbe essere ceduto il prossimo anno, mentre quest’anno sarà protagonista in attesa di un rientro di Strootman”

 
MIMMO FERRETTI (TeleRadioStereo):Quando ho visto le cifre del rinnovo di Bertolacci ho avuto la conferma che verrà rivenduto. Però mi chiedo: visti i rapporti strettissimi tra Preziosi e Galliani, come mai il Genoa non ha pensato di comprare tutto Bertolacci e poi rivederlo al Milan? Questo è l’unico punto che mi frena nel dire al 100% che Bertolacci verrà rivenduto. La sensazione è che Bertolacci se capita l’offerta buona da parte di qualcuno si può cedere. Non voglio fare conti, però intanto si possono guadagnare parecchi soldi con la cessione di Gervinho, Destro e Doumbia, ma perderemmo anche 3 attaccanti e quindi la Roma deve prenderselo questo centravanti. Quante volte abbiamo detto che Nainggolan l’avrebbe pagato la cessione di Gervinho? Ma ora mi sembra che quei soldi non bastino, allora i soldi per comprare l’attaccante da dove escono? I soldi per l’attaccante vengono dalla cessione di questi altri tre attaccanti o da altre cose tipo il tesoretto Champions? Se non vengono da quello allora ci dev’essere qualche altra cessione eccellente, altrimenti non si spiega“.

 

MAURIZIO CATALANI (ReteSport): “Il Catania retrocederà sicuramente in Lega Pro dopo quest’accaduto, rischia addirittura la fine del Parma (in termini di campionato, dunque Lega Dilettanti). La Roma ha una concorrenza spietata del Milan per Bacca, Sabatini ha offerto 25 milioni ma il Siviglia chiuderà solo per 30. La società giallorossa potrebbe dare Bertolacci al Milan, non è assolutamente da escludere”.  

 

LUCA VALDISERRI (Rete Sport): “Lukaku avrebbe un ingaggio più sostenibile rispetto ad un altro centravanti, anche se nell’immediato Dzeko e Higuain ti danno di più. Romero è un portiere su cui io non spenderei soldi, ma se arriva a parametro zero i soldi non li spendi quindi può andar bene, anche se tra Neto e Romero io prendo Neto. Non credo che l’idea della Roma sia quella di far arrivare un giocatore in cambio di Destro, credo che l’idea sia quella di avere dei soldi in cambio. Montoya era un giocatore molto promettente ma non gioca da 2 anni, quindi non andrei a prenderlo, e lo stesso discorso vale per Digne che ancora non è pronto. Prenderei Kurzawa, se dovesse arrivare potrebbe giocare da subito ed è un bel giocatore. Mettere due terzini importanti più Romero a parametro zero e Lukaku sarebbe un mercato che avrebbe un suo senso. Poi bisogna vedere chi va via, perché non si tratta di cedere solo Gervinho, Doumbia e Destro, anche se sono delle belle cessioni. Se mi dici che rimangono tutti tranne quei tre e mi arrivano 2 terzini, Lukaku e portiere va benissimo”.
ADRIANO SERAFINI (TeleRadioStereo): ” Se Sabatini riuscisse a vendere Destro, Doumbia e Gervinho sarebbe ottimo per la Roma perché i soldi verrebbero reinvestiti sul mercato per ulteriori acquisti. L’offerta del Monaco per Destro c’è stata, il club monegasco ha già trovato l’accordo con la Roma, ora sta al giocatore decidere. Sabatini vuole che il club francese inserisca il terzino Kurzawa nella trattativa, si sta lavorando. Alla Roma farebbe comodo Lukaku, ovviamente da affiancare ad un’altra punta. La lista degli incedibili? Manolas, Florenzi, Strootman, Iturbe (un’altra possibilità per lui è lecita) e capitan Totti”.

 

UGO TRANI (Rete Sport):Se si riuscisse a fare cassa con alcuni attaccanti, queste cessioni farebbero sperare che almeno stavolta ci sarà un miglioramento sia tattico che tecnico, anche perché sarebbe difficile fare peggio dell’ultima volta. In quest’ottica per la prima volta alcune cessioni potremmo festeggiarle, se servissero per l’arrivo di qualche giocatore di primo piano. Tutto si può prendere ancora. La mia prima scelta è Higuain, poi bisogna vedere gli incassi tra Gervinho, Destro e Doumbia, ma l’obiettivo Higuain non dev’essere mai scartato, e se ti entrano i soldi di Destro e Doumbia subito si possono utilizzare per prenderlo, magari mettendoci insieme Ljajic. Per me Sabatini viene elogiato troppo a prescindere, se fosse successo in altre piazze quello che è successo a gennaio a Roma il ds sarebbe già saltato. Le cose migliori Sabatini le ha fatte tutte in uscita (Bradley e Dodò)”.

 

GABRIELE ZIANTONI (TeleRadioStereo): “Bertolacci tra un paio d’anni varrà quanto Nainggolan”.

 

DAVID ROSSI (Roma Radio):Destro potrebbe andare al Monaco per 15 milioni e sembra che il riscatto di Nainggolan stia volgendo ai dettagli finali, con la fiducia che viene premiata da parte dei tifosi di buona volontà. Non è vero che il riscatto di Nainggolan non è un acquisto perché abbiamo comprato la metà di un giocatore. A me piacerebbe che una volta per tutte tutti quanti cominciassero a ragionare in termini logici e giudicassero quelle che sono le competenze e le capacità di chi opera in questo settore, perché c’è più stima per chi lavora a Trigoria da parte dei nostri avversari che da parte di noi tifosi della Roma. Bisogna dare il tempo alla gente di lavorare con competenza e professionalità, e chi dà dei giudizi sommari è gente che non ha mai fatto una trattativa di mercato. Domani Sabatini dovrà sistemare parecchi giocatori tra prestiti e comproprietà, tantissime trattative minori che messe insieme fanno un tesoretto che poi può tornare utile per fare altre cose”.

 

ILARIO DI GIOVAMBATTISTA (Radio Radio):La Roma, che è bravissima a vendere, ne venderà molti. La Roma fa una rivoluzione quest’anno, sta preparando il tesoretto per gli acquisti”.

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio):Luiz Adriano? Io sono molto prevenuto verso i calciatori che vanno in quelle nuove realtà e poi non tornano più nel calcio che conta. Quello è un campionato a parte, quello che succede lì non è riscontrabile da altre parti. Se potessi mi rivolgerei altrove. Io prenderei due giocatori: un attaccante (Ibrahimovic) e un terzino (Darmian), e poi mi metterei a vendere i giocatori in esubero, la Roma ne ha tanti. Sabatini se riesce a mettere insieme i 15 di Destro più i 14 di Gervinho sono quasi 30 milioni, sta facendo un bel lavoro. Con Doumbia si arrivano a sfiorare i 50 milioni… Destro via per 15 milioni è un buon affare, altrimenti dovevi trovare un prestito in Italia, meglio tagliare definitivamente una situazione mai decollata rischiando quanto passato con Borriello. Nainggolan in questo momento è una sicurezza, se fai un rapporto con quanto costato all’Inter Kondogbia quasi quasi è un affare”.

 

NANDO ORSI (Radio Radio):La Roma il mercato in uscita lo deve ancora cominciare, per ora si è mossa solo in entrata. Io per Destro voglio vedere le firme con i 15 milioni in tasca. Per Destro la Roma deve monetizzare al massimo, ancora ha mercato. 15 milioni è una bella cifra, secondo me ci guadagnerebbero tutti. Speriamo finisca la telenovela di Nainggolan, la Roma non lo può perdere a questo punto, tira fuori troppi soldi ma è un giocatore importante”.

 

FRANCO MELLI (Radio Radio):Sabatini in uscita per me è bravissimo, in entrata non è la stessa cosa“.

 

FURIO FOCOLARI (Radio Radio):La Roma fa un grande affare se vende Destro, è un giocatore che non va. L’Inter secondo me ha già ripreso Roma e Lazio con questi acquisti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy