‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “Nel derby schiererei il tridente Gervinho-Dzeko-Salah”

Continua la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali

di Redazione, @forzaroma

Quello delle Radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Sì, anche le altre città hanno degli spazi dedicati allo sport, e magari anche la loro stazione dedicata alla squadra del luogo. Non si troverà mai, tuttavia, una voce altisonante e popolare come quella proveniente dagli apparecchi della Capitale; una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma,una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo, e una folla di appassionati pronti a sintonizzarsi all’ora concertata. Ogni protagonista va a comporre un grande collage che riempie di spunti, approfondimenti e contraddizioni la settimana del tifoso. Un ciclo continuo, che si rinnova sulle frequenze FM locali ogni giorno, di partita in partita, stagione dopo stagione.

GIANCARLO DOTTO (TeleRadioStereo): “In questo momento il massimo che doveva fare la Roma lo ha fatto vincendo contro il Bayer Leverkusen. De Rossi sicuramente non giocherà il derby, vediamo gli altri. Sicuramente sono assenze pesanti che si aggiungono alle altre. Si parla di un ritorno di Keita. Sarà comunque una Roma con dei problemi. Per il derby vedo molto meglio Vainqueur rispetto a Uçan mentre davanti Salah non lo tolgo mai. Ha i numeri di Gervinho, ma con una qualità di calcio che l’ivoriano non ha. L’egiziano sa giocare a testa alta mentre Gervinho basa tutto il suo calcio sull’istinto. Partirei con i tre in attacco perché la difesa della Lazio è ampiamente bucabile e opterei nella ripresa per Iago Falque per il mantenimento del risultato”.

UGO TRANI (Rete Sport): “Uomini derby? In passato mi viene in mente Giovannelli, ma anche Montella con i suoi 4 gol: io al posto suo avrei smesso di giocare dopo quella partita. Spunti su quello di domenica prossima? Non si respira aria di derby, forse quello che volevamo da qualche anno. Oggi manca un uomo che ti trascina in un derby. Forse, per caratteristiche, solo Nainggolan. Io darei la fascia di capitano a Manolas. Mancano i romani in squadra? Io convocherei Di Livio Jr”

ADRIANO SERAFINI (Tele Radio Stereo): “Ieri mi sera mi hanno dato il 90% di possibilità di vedere recuperato Florenzi. Lui è stato bravo a capire in partita l’inizio del fastidio e a fermarsi per tempo. Lo staff medico sta sconsigliando di giocare domenica, ma lui ci vuole essere. Entrambi secondo me potranno essere convocati, e il terzino potrebbe anche giocare dal primo minuto. Con loro ovviamente Garcia avrà più soluzioni tattiche. Per me Keita giocherà titolare, tanto poi per continuare a recuperare avrà la sosta delle nazionali”.

RICCARDO ‘GALOPEIRA’ ANGELINI (Tele Radio Stereo): “Secondo me Florenzi e De Rossi riusciranno a recuperare per il derby. Noi giocheremo con il 4-3-3: torosidis a destra, a centrocampo Florenzi (che si è fermato in tempo ieri sera, prima dell’infortnio), De Rossi (che non si tirerà mai indietro) e Nainggolan. Keita secondo me non giocherà dal primo minuto. In attacco sempre Gervinho, Salah e Dzeko”

MASSIMO CECCHINI (Rete Sport): “Alla Roma non occorrono difensori più forti di quelli che ha ma un’organizzazione difensiva migliore. Ha ragione Sacchi quando dice che l’organizzazione del reparto è più importante del talento del singolo. Sarà un derby con molti assenti, in campo e sugli spalti. Nascono prima le squadre e poi i tifosi, non il contrario. Gabrielli ha capito che la protesta ha attecchito altri tifosi che sono solidali con quelli della curva. Tanti giocatori non capiscono i motivi della protesta”

LUCA VALDISERRI (Rete Sport): “Una volta si diceva che era meglio avere dei motivi per i quali durante la settimana ci pensavi di meno. Oggettivamente quello di domenica prossima è uno dei derby più asettici della storia. C’è il minimo sindacale dell’attenzione. Spero che sia una nota positiva per vedere anche una partita bella dal punto di vista del gioco. Sacchi ha ragione quando parla dell’organizzazione difensiva ma io sono convinto che Garcia avrebbe meno problemi con Tassotti, Baresi e Madini in rosa”

CLAUDIO MORONI (Centro Suono Sport): “Anche se sono un grande estimatore di Uçan io dico che domenica lui non deve giocare dall’inizio. Il mio centrocampo contro la Lazio è Keita perno centrale con Nainggolan e Florenzi ai lati. Se il maliano non dovesse farcela allora farei giocare Vainqueur. Alla Roma domenica potrebbe bastare anche il pareggio. Sposo in pieno le parole del prefetto Gabrielli. La Roma sapeva ed invece ha pensato solo alle casse”

FRANCO MELLI (Radio Radio): “E’ un derby unico nel suo genere, sia per malinconia che per questioni tecniche. Si va in uno stadio segmentato, e quindi non credo che sarà un bel vedere al di là dei torti e delle ragioni. A livello tecnico, è un derby equilibrato con due squadre con la loro forza offensiva e la loro debolezza difensiva, e con la Roma flebilmente favorita. Ma sappiamo che il derby è una partita a sé, ma l’eventuale superiorità affiora anche nei derby. La Roma però ha parecchie assenze e questo renderà la sua prestazione più complicata.”

ILARIO DI GIOVAMBATTISTA (Radio Radio):Speriamo che non accada niente domenica fuori dallo stadio, ma le mie preoccupazioni sono più grosse dopo aver sentito il prefetto Gabrielli…Tante volte noi parliamo della prevenzione, ma non è così semplice…la facciamo un po’ facile. ”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy