‘RADIO PENSIERI’, LO MONACO: “Unico errore di Garcia? Aver dato dei ‘laziali’ ai tifosi della Roma”, SAVELLI: “Io non mi priverei di Bradley”

di finconsadmin

(Redazione ForzaRoma.info) Continua anche oggi la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali. (AGGIORNA)

 

EZIO SELLA (ReteSport): “Spesso i giocatori nonostante gli venga data una settimana di vacanza, hanno dei programmi per non rimanere assolutamente fermi. Oggi i giocatori sono più professionali di prima, ci tengono a restare in forma. E anche se stanno a casa trovano spazio e modo per allenarsi. Questo problema quindi non esiste. Questi giorni di recupero attivo sono importanti più sotto l’aspetto mentale che da un punto di vista fisico”

 

ANDREA DI CARLO (ReteSport): “L’anno scorso, a questo punto della stagione, eravamo molto ottimisti, dopo la vittoria contro il Milan. Poi è arrivato il winter camp negli Stati Uniti, il caso Osvaldo che non parte ma poi si fa fotografare in vacanza con alla fidanzata. Il ‘giocattolo Zeman’ si è rotto nella pausa natalizia. Allora era impensabile vedere i giocatori tornare ad allenarsi prima del tempo, con Zeman allenatore. Garcia ora ha una sua linea, da subito l’ha avuta: del passato non si parla, di quanto successo prima del suo arrivo non si parla”

 

DANIELE LO MONACO (ReteSport): “Fa bene alla Roma il fatto che la sfida contro la Juve desti attenzione. Penso che una sosta potrebbe far interrompere ai bianconeri questo circolo virtuoso di risultati positivi. Garcia non ha fatto altro che tirar fuori cose che già erano lì. E’ molto bravo su tutto, un uomo di buon senso. Ed è un vantaggio che venga da un altro paese. Ha difeso tutti, anche Osvaldo che a un certo punto era indifendibile, l’unico suo errore è stato quello di dare dei ‘laziali’ ai tifosi della Roma”

 

 

 

JACOPO SAVELLI ( ReteSport ) : “Non vedo l’ora che arrivi la partita del 5 gennaio, credo che anche a Torino temono molto questo match perché – in effetti –  è la prima squadra importante che incontrano…Per la squadra, è  deleterio leggere dappertutto che Bradley sia sul mercato…aldilà del fatto che io sono un estimatore di questo giocatore, lo considero un uomo di sostanza , che con tutti gli allenatori che ha avuto , ha trovato sempre spazio. E’ vero che Nainngolan è più forte dell’americano, ma è più difficile da gestire. Investirei in difesa, più che a centrocampo.”

 

FEDERICO NISII ( TeleRadioStereo ) : “Se la Roma rimane a meno 5, poi con tutto il girone di ritorno da giocare, può puntare allo scontro diretto in casa alla penultima giornata. Se arrivi terzo, non sei in Champions… non becchi più lo Slovan Bratislava. La Roma deve andare determinata, affamata, altrimenti non reggi l’urto dei bianconeri. Puoi anche uscire senza punti da Torino, comunque il campionato riprende con il Genoa. Deve giocare serena.”

 

MIMMO FERRETTI ( TeleRadioStereo ) : “C’è la voglia di andare a Torino e fargli male. La Roma, se avesse avuto un’altra mentalità, col Sassuolo e col Cagliari avrebbe vinto. Nella psicologia di squadra c’è differenza tra Roma e Juve. I bianconeri sanno di essere forti, e ragionano in una certa maniera. Sono i risultati che ti danno la forza. La Roma deve continuare a crederci. Se la squadra di Garcia dovesse vincere la partita dà un segnale importante a sé stessa. Se vai sotto di otto punti è finita per lo Scudetto. Vincere a Torino sarebbe un’impresa.”

 

UGO TRANI ( ReteSport ) : “Naingolan? L’unico avversario della Roma è il Milan, per gennaio. Non dimentichiamo il Napoli nella lotta allo Scudetto, è un cliente pericoloso. Devi andare a giocare lì e ci deve andare anche la Juve”

 

GALOPEIRA ( TeleRadioStereo ) : “Accantonerei un attimo il discorso mercato perché tra meno di una settimana ci sarà la partita più importante della stagione. Dobbiamo coccolarci questa squadra. Ma se la Roma veramente fosse pronta per lo Scudetto? E’ un segnale importante che certi giocatori abbiano anticipato gli allenamenti. Non voglio mettere il bastone fra le ruote alla Roma. La Juve non è più forte della Roma, manco per niente.”

 

MASSIMILIANO MAGNI ( Rete Sport) : “Se viene il belga, benvenuto. Certo, costa quasi come Strootman…Sinceramente: non è che ci credo tanto a questa trattativa.”

 

LUCA VALDISERRI (Rete Sport): “Sul razzismo non sono d’accordo con il pensiero di Buffon. Se uno fa buu allo stadio è razzista e lo è se lo fa rivolto a un avversario piuttosto che a un suo giocatore. Garcia umile? Piuttosto direi che è un allenatore che sa quel che deve fare. Sul mercto mi va bene Capouè ma anche Parolo. Dico, però, che se cedi Bradley stai ancora con la coperta corta”

 

JONATHAN CALO’ (Centro Suono Sport): “Arbitro probabilmente Rizzoli. A Rizzoli non sono state date ultimamente grandi partite, non ha arbitrato recentemente Juve e Roma. In seconda fascia Tagliavento. Partirei con il 4-3-3 perché non vorrei andare in inferiorità numerica con la Juve a centrocampo”.

 

GIANLUCA PIACENTINI (Radio Manà Manà): “Conte -Garcia? Conte ha vinto qualcosa in più di Garcia, è un ottimo tecnico. Se allarghiamo il discorso al personaggio Conte non mi è mai piaciuto, non lo vorrei come allenatore della Roma. Il personaggio è costruito intorno alla squadra che allena. Nainngolan falsa pista, molto più fattibile Parolo, di cui la Roma è in pole position”.

 

MICHELE GIAMMARIOLI (Radio Manà Manà): “Entrambi due tecnici giovani, conte ha già dimostrato cosa sa fare, garcia ha appreso immediatamente la filosofia del calcio italiano, se avessimo fatto questo discorso sei mesi fa nutrivo una grande invidia per la Juve che aveva Conte”.

 

 

AUGUSTO CIARDI (Teleradiostereo): “Chiaro se che se dovesse vincere andrebbe a +8 con i giochi che sarebbero fatti. Sul mercato anche le antagnoiste della Roma si stanno rinforzando. La Roma si ritrova oggi e c’è un aspetto che è stato vedere Dodò postare continuamente foto lui che andava in palestra o a correre. Tanti giocatori della Roma hanno anticipato il rientro in Italia ma con la voglia di mettersi subito a lavoro, perché si rendono conto cosa possono vivere quest’anno.  I giocatori ci credono in quello che fanno e in Rudi Garcia”.

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio): “Di centrocampisti fisici la Roma ha De Rossi e Strootman, Pjanic guarda più in avanti. Totti-Destro-Gervinho? A me non torna, Garcia è italianista, è uno pratico, concreto. Florenzi se sta bene ce lo mette poi nel corso della partita gioca le sue armi. Lui le partite se le gioca nel secondo tempo”.

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio): “La Juventus si è consolidata da tempo con la formazione.  Utilizzare contemporaneamente due giocatori reduci da infortuni è pericoloso, anche se Destro e Totti si può presumere che siano al top ma io non ci credo.  L’allenatore non può sbagliare nulla perché la Juve ha tutte le caratteristiche per metterti in difficoltà. Io giocherei a tutta manetta da subito. Non so quale sia il vantaggio di una partita attendista. Fondamentale partire a razzo”.

 

ILARIO DI GIOVAMBATTISTA (Radio Radio): “Juventus-Roma è la partita più attesa da tutti. Psicologicamente è una bella forza mettere Totti-Destro-Gervinho”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy