‘RADIO PENSIERI’, VOCALELLI: “Senza Totti la Roma deve cambiare pelle”, AUSTINI: “Senza Totti sarà difficile ma non impossibile”

di Redazione, @forzaroma

(Redazione ForzaRoma.info) Continua anche oggi la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali. (AGGIORNA)

MASSIMO CECCHINI (Radio Radio): “Quando ci sono i risultati la testa corre più delle gambe e arriva dove le stesse non ce la fanno. La preparazione fisica fatta in estate ha dato i suoi frutti e questo i giocatori lo hanno sempre detto a Garcia. Per Totti è diverso rispetto agli altri infortuni. Lui ha ‘rischiato’ in Roma-Napoli perchè aveva un problemino che si portava dal dopo Inter-Roma”

 

 

LUIGI FERRAIOLO (Radio Radio): “L’assenza di Totti è stata sempre messa in preventivo. Non possiamo pensare che a 37 anni giochi tutte le partite e sia determinante. Ora ci sarà la prova che la squadra puo’ fare a meno del suo Capitano, mala Romaha dimostrato di avere alternative. Io cambierei schemi il meno possibile perché sta funzionando tutto bene. In attesa di Destro che sarà la prima tra le alternative”

                                            

 

GUIDO D’UBALDO (Radio Radio): “Totti non è un giocatore che puo’ essere sostituito senza alterare nulla. Mi confortano però due aspetti. Il primo che Borriello ha dimostrato che puo’ dare una grossa mano alla Roma e poi il fatto chela Romadi Garcia ha dimostrato di sapersi adattare anche senza il Capitano. Cambieranno i movimenti dei due esterni. Aggiungo una cosa sulle condizioni di Totti: credo che prima di dicembre non rientrerà”

 

 

LUIGI FERRAIOLO (Radio Radio): “L’assenza di Totti è stata sempre messa in preventivo. Non possiamo pensare che a 37 anni giochi tutte le partite e sia determinante. Ora ci sarà la prova che la squadra puo’ fare a meno del suo Capitano, mala Romaha dimostrato di avere alternative. Io cambierei schemi il meno possibile perché sta funzionando tutto bene. In attesa di Destro che sarà la prima tra le alternative”

 

ALESSANDRO AUSTINI (Radio Radio): “Il Capitano credo che dovrà saltare le prossime quattro partite. Storicamentela Romaha stentato proprio davanti alle gare più semplici, e quindi l’assenza di Totti è sempre un peccato. In questo momento, nelle gerarchie, Borriello è il sostituto di Totti. Al Friuli mi aspetto anche Ljaijc perché Gervinho rischia di non esserci. Contro il Napolila Romaha dimostrato anche alcuni problemi nel palleggio e nella genialità che ti può garantire uno come Totti. La Roma ha il vantaggio di non giocare le Coppe, e la dimostrazione di questo lo ha dato ieri la Juve che in vantaggio 2-0 ha pensato al Bernabeu”

 

PAOLO CONDO’ (Radio Radio): “Dando un’occhiata al calendario se Totti proprio doveva mancare qualche partita meglio che salti le prossime tre”

 

ALESSANDRO VOCALELLI (Radio Radio): “Si puo’ fare a meno di Totti solo se non si pensa di riuscire a fare una stessa Roma. Garcia dovrà cambiare la pelle a questa squadra. Totti è stato in queste partite un giocatore essenziale non solo per il modo di stare in campo ma soprattutto per far muovere gli altri attorno. I velocisti Gervinho e Florenzi sono congeniali se hai Totti. Con Borriello, invece, serve uno che crossa bene”

 

MIMMO FERRETTI (Tele Radio Stereo): “Già è partito il toto-infortunio per il rientro di Totti in campo, sui tempi di recupero io penso siamo intorno alle 6 settimane. Cominciamo a sperare nel gol di Borriello a Udine, ci vuole, gli manca e speriamo che arrivi presto, già domenica. Rendiamoci conto del valore di questa squadra, per stare lassu’ ci deve essere un merito enorme, non ci stai per caso, inoltre bisogna continuare cosi e tifare le italiane in Champions, devono viaggiare, prendere freddo, gol e soddisfazioni, attenzione, noi non ci rendiamo conto della forza della Roma, i numeri sono impressionanti, tanta roba.”

 

RICCARDO ANGELONI (Rete Sport): “Il primato in classifica porta vantaggi ma anche svantaggi. Questo in tutti gli sport. La Roma adesso ancora pensa di non essere la più forte del campionato e che la Juve stia passando solo un momento storto. Però adesso non puoi più nasconderti. E’ finito il tempo di puntare solo all’Europa League. C’è però da gestire il momento psicologico”

 

PAOLO FRANCI (Rete Sport): “Io vedo che le avversarie della Roma hanno delle crepe poco riparabili. Il Napoli manca di un centrale vero a centrocampo, ha Hamdik che gioca male. Nella Juventus io credo che incide il fatto che sanno tutti che Conte va via a fine anno. Poi pesa il fatto di giocare in Champions”
RICCARDO ANGELINI GALOPEIRA (Tele Radio Stereo): “La scaramanzia aiuta a vivere. date retta a me. Fino alla fine così. Viviamo questo momento con euforia ma senza grandi illusioni, ci vuole grande equilibrio”

 

MARIO CORSI (Centro Suono Sport): “Tutto il mondo del calcio parla della Roma. Questa squadra è fantastica. Cinque punti di vantaggio in classifica è un sogno diventato realtà. Uscito Totti la Roma ha giocatori come De Rossi, Pjanic, Strootman

 

DAVID ROSSI (Tele Radio Stereo): “La Roma ha un modo di stare in campo che è molto difficile da contrastare…ora con Borriello si modica l’attacco e quindi cambia ancora il modo di difendere per gli avversari, la Roma è istrionica, il calcio è strano e bellissimo, ieri Fiorentina-Juve sembrava finita e la Fiorentina sembrava morta, rigore e cazzata di Cuadrado, sembrava finita…invece…4-2. Nel calcio ci sono leggi non scritte, non si fa mai la mitraglia sotto la curva della Fiorentina, non si prende in giro l’idolo di casa…non porta bene…queste cose a pallone le paghi sempre, Pogba e Tevez hanno esagerato. Ieri la Juve ha preso una grandissima sveglia, sono stato contento del trionfo della Fiorentina. Ora pensiamo a Udine, trasferta lunghissima…”

 

UGO TRANI (Rete Sport): “La carica di Borriello è uno dei segreti di questa Roma, perché lui è uno dei scaricati estivi. C’è anche Taddei che oggi è considerato uno dei primi cambi in partita. Pjanic lo hai negato al Tottenham, Florenzi non ha giocato la finale di coppa Italia. Quest’anno ci sono meno avversarie. La Juve vista ieri ha problemi a centrocampo, non è la squadra dell’anno scorso. Il Napoli già sta meglio”.

 

DARIO BERSANI (Tele Radio Stereo): “Questa che stiamo vedendo in campionato è una Dittatura della Roma. I distacchi da chi segue sono incredibili. Non voglio ancora nominare quella parola, però posso garantirvi che parlando con tanti addetti ai lavori, tutti dicono che quest’anno solo la Roma può perdere il campionato”

 

AUGUSTO CIARDI (Tele Radio Stereo): “Questo week end si è verificato tutto quello che ci potevamo aspettare. La Roma al momento è la squadra più in forma d’Europa insieme all’Arsenal e bisogna prendere atto di tutto quello che sta accadendo. La Roma è la favorita per lo scudetto in questo momento, continuiamo cosi e manteniamo alta la concentrazione”.

 

MASSIMILIANO MAGNI (Rete Sport): “Se la Roma dovesse fare a meno di Totti proprio ora, il calendario è favorele e permetterà di schierare anche le riserve. Finora Marco Borriello ha ben figurato, anche se quando deve giocare tutta la partita si perde un po’ nella squadra. Il sostituto naturale di Totti potrebbe essere Adem Ljajic”.

 

 

FULVIO STINCHELLI (Radio Manà Manà Sport): “L’Udinese per la Roma è sempre stata una maledizione. Sarà la gara più difficile del ciclo della Roma”.

 

 

TIZIANO CARMELLINI (Radio Manà Manà Sport): “Totti sicuramente salterà Udine e Chievo in casa, di questi tempi lo scorso anno senza Totti sarebbe stato un danno inestimabile, la Roma era Totti. Ora la situazione è diversa, con il Napoli hai vinto senza Totti e Gervinho. La Roma a Udine potrà fare una buona partita, le soluzioni sono diverse, Borriello o Liajic, hai un organico ampio”.

 

MICHELE GIAMMARIOLI (Radio Manà Manà Sport): “La Roma è in fuga, le congiunture astrali sembrano essere favorevoli. Ora bisogna trovare un’antagonista. Il miglior De Rossi di sempre lo vedremo in questa stagione, con il Napoli non l’ho mai visto in questa condizione fisica e mentale”.

 

 

FABIO MACCHERONI (Radio Manà Manà Sport): “Per la Roma ora è difficile nascondersi, comincia la grande sfida, sei solo contro tutti. La partita è cambiata sulla punizione di Pianjc, segnare allo scadere è stato un colpo tremendo sul Napoli, poi la Roma ha resistito, grandissima solidità difensiva, la vera forza della squadra è il solo gol subito. Mi sono sbagliato su De Sanctis, è l’elemento in più. E’ un primato strameritato”.

 

MAX LEGGERI (Radio Manà Manà Sport): “La Roma funziona a livello difensivo perchè c’è un’organizzazione, la fase difensiva comincia con gli attaccanti, guarda come Borriello va a pressare i portatori di palla avversari”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy