‘RADIO PENSIERI’, MANGIANTE: “Garcia è allergico alla parola Juve. Domani Paredes al posto di Keita”, PARDO: “In questa giornata rischia più la Juve che la Roma”

Continua la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali

di finconsadmin

PIERLUIGI PARDO (Tele Radio Stereo) : “Balzaretti è una grande persona. Ha ragione che per chi calca questi palcoscenici, è dura stare fuori.Verona più forte complessivamente di Atalanta, ma i bergamaschi sono forti in casa, per questo rischia di più la Juve. La Roma ha giocato bene col Parma, non è un campo facile e vincere grazie ai goal di Pjanic e Ljajic da ancora più forza. Tra le tutte l’Inter è quella più avanti rispetto a Napoli, Milan, Fiorentina e Lazio, che secondo me aveva fato un bel mercato ma con gli infortuni ha perso molto.”

 

ANGELO  MANGIANTE (Rete Sport) : “Garcia non parla molto sul tema Juventus. E’ proprio allergico alla parola Juve. In questo momento non vuole sbilanciarsi ed ogni sua mossa mediatica non è mai casuale. Il messaggio che vuole mandare alla squadra è di concentrare tutte le attenzioni sulla partita di domani. Sono sicuro che Paredes domani giocherà, non so se dal primo minuto o dalla panchina. Credo che Keita potrebbe riposare, ha giocato tre partite di fila e Garcia non vorrebbe rischiarlo per le due partite più importanti con City e Juve. Alla fine è probabile che parta il maliano da titolare e poi Paredes lo sostituisca a partita in corso. Totti sta benissimo e vuole sfruttare il tempo che gli è rimasto. Domani sarà difficile tenerlo in panchina. Sulle fasce penso giocheranno Maicon e Cole”.

 

TONINO CAGNUCCI (Roma Radio) : “A Manchester per me, partita più bella della Roma. Ancora più importante però è partita di domani, adesso infatti del City non mi interessa. La squadra però non è stanca. In questo campionato ci sono squadre che possono impensierirti nella partita secca, ma sul lungo periodo non vedo rivali. Con Batistuta io ho vinto lo scudetto anche per il valore rappresentativo che aveva l’argentino. La Juventus è più forte di quanto mi aspettassi, Keita è un grande, accolto con scetticismo ad inizio anno”.

 

STEFANO  CARINA (Radio Radio): “Credo che domani il turnover sarà limitato a causa degli infortunati. Iturbe verrà recuperato contro la Juve, gli altri riprenderanno dopo la sosta. Secondo me domani gioca Destro con Totti in panchina nonostante il giorno del compleanno. Nainggolan o Kaita, uno dei due potrebbe riposare. Nella Roma di fuoriclasse non c’è solo Totti. Io dico che uno così è Keita. Lo è più di Pjanic che è un campione ma ancora non fuoriclasse”

 

ALESSANDRO VOCALELLI (Radio Radio): “La Roma deve gestire questo momento pensando  partita in partita, e Garcia ha già detto che vuole fare questo. I tre punti con il Verona hanno lo stesso valore che i tre punti a Napoli. Nella Roma oggi c’è un giocatore molto importante come Nainggolan che oggi, secondo me, vale più di Pogba”

 

FRANCO MELLI (Radio Radio): “Sul turnover Garcia non deve imparare niente da nessuno. Lui punta più al campionato e vedrete che domani schiererà i migliori. Non deve fare i calcoli. Questo è un campionato dove la Roma ha delle possibilità, ma la Juve ne ha più di tutti. Nella Roma c’è un giocatore più i9mportante degli altri: è Gervinho, uno decisivo che spacca le partite. Lo fa anche Pjanic”

 

PAOLO ASSOGNA (Retesport): “A Parma abbiamo visto nel primo tempo un Totti da fare un video e mandarlo a tutte le scuole calcio. Nel secondo tempo però la squadra ha sofferto il suo calo fisico. Quando ci sono partite in casa nelle quali si può vincere senza il capitano è bene farlo riposare.”

 

ALESSANDRO AUSTINI (Teleradiostereo): “Bisogna vincere con il Verona a tutti i costi se si vuole puntare allo scudetto. Ciclo intenso dove cinque giocatori non vedo come possano riposare in questo momento, sto parlando dei tre di centrocampo e i due centrali difensivi. Insidie dal Verona che gioca a calcio, ha buoni elementi e un buon allenatore. Credo che se la vengano a giocare, e per la Roma questo è un bene perchè avrebbero più spazi a disposizione. Destro se giocherà potrà essere l’uomo chiave”

 

MATTEO SORIO (Teleradiostereo): “Questo Verona rispetto a quello dell’anno scorso è meno istintivo e più razionale, una squadra più solida. Saviola è difficile vederlo esterno che rincula in fase difensiva. Mandorlini per lui ha cambiato l’atteggiamento tattico per inserirlo accanto a Toni. Con il 3-52 può giocare, nel 4-3-3 ci sono ancora dei dubbi.”

 

PIERO TORRI (Teleradiostereo): “Mi aspetto un Gervinho a riposo contro il Verona. Le alternative per far riposare il centrocampo sono poche, resto dell’idea che la sorpresa in mezzo al campo possa essere Florenzi nel ruolo di intermedio, anche se Garcia lo vede attaccante.”

 

MAX TONETTO (Teleradiostereo): “Ljajic lo stanno coccolando. Vogliono farlo sbocciare perché è un talento purissimo, deve trovare la continuità e la mentalità giusta. Non è ancora il Ljajic vero, non è arrivato al punto di dire “me la rischio, vado e faccio quello che mi sento di fare”

 

RICCARDO ANGELINI, GALOPEIRA (Teleradiostereo): “Questa società, considerata fino a poco tempo fa laziale e stracciona, ha rinnovato Garcia, ha rinnovato Pjanic e ha bloccato Strootman. Questa gestione ha fatto metabolizzare ai tifosi che la Roma può giocare anche senza Totti, nonostante io speri che il capitano possa giocare fino a 50 anni.”

 

MARCO VALERIO ROSSOMANDO (Teleradiostereo): “Roma-Verona ci porterà alla settimana quasi più importante della stagione, due partite che ci diranno tanto. Totti sicuramente non giocherà domani, mi aspetto Destro. Potrebbe riposare Gervinho che a Parma non è stato brillantissimo. Iturbe tra gli infortunati è l’unico che ha possibilità di giocare contro la Juve”

 

AUGUSTO CIARDI (Teleradiostereo): “I dubbi saranno sulla fascia, l’unico ruolo senza infortunati. Sarebbe offensivo per Totti dire che domani potrebbe giocare solo perché è il suo compleanno. Castan è il più forte difensore della Roma, non penso riuscirà a giocare contro la Juventus”

 

DARIO BERSANI (Teleradiostero): “Ma come fa a non essere una corsa a due per lo scudetto? Ma quale altra squadra può inserirsi per la lotta al titolo? Il Napoli e le due milanesi non sono al loro livello, basti vedere l’Udinese al terzo posto”

 

DANIELE LO MONACO (ReteSport): “Le scelte della Roma sono lungimiranti, e questo ti fa capire che è in buone mani. Parlavamo di quanto sia costato vendere Taddei, ma ora la Roma con Keita può fare cose che con Taddei non avrebbe potuto fare. Nessuno è come Totti, ha caratteristiche uniche. Tocco palla, colpo di testa, il rinvio, il lancio, il modo di calciare la palla.. Ce l’hanno tutti come caratteristiche prese singolarmente, ma solo lui ce l’ha tutte insieme così combinate. Non c’è nessuno come lui e non lo vedo nemmeno in futuro. Pjanic non lo vedo come Totti; se dovesse arrivare un’offerta di 60 milioni nessuno la contrasterà. Ed anche per questo motivo non potrà essere un Totti, o quello che Totti è ed è stato per Roma”

 

DAVID ROSSI (Roma Radio): “C’è stato un po’ di allarmismo al momento dell’uscita della notizia dell’indagine della Uefa sulla Roma riguardo il Fair Play Finanziario. Non c’è nessun problema, partecipando la Roma alle Coppe, c’è stata la richiesta dell’Uefa, ma rientra nella normalita. La Roma è tranquilla, non c’è nessun pericolo di sanzioni. Speriamo che nessuno usi questa cosa come pretesto per creare scompiglio. Mi riferisco ai professionisti del caos, quelli che prima parlavano di straccioni americani: sono quelle persone che fingono di essere della Roma ma l’attaccano per un tornaconto personale”.

 

FURIO FOCOLARI (Radio Radio): “Vogliamo tenere presente che la Roma la prossima settimana ha la partita più importante della stagione? Non credo che giocheranno i titiolari domani, quelli che hanno giocato l’ultima partita penso che riposeranno. Maicon lo stanno usando con il contagocce, perchè Garcia vuole schierarlo contro la sua ex squadra. Così come Cole, che penso giocherà in coppa.”

 

ROBERTO RENGA  (Radio Radio): “Garcia sta gestendo alla grande Totti. E’ vero che lui è in una forma incredibile, io gli lascerei fare 45 minuti di tutte le partite. Io farei decidere lui, se se la sente di giocare io lo metterei sempre in campo. Ragazzi, un Totti così ti fa la differenza. Maicon sicuramente giocherà col City, mentre sono meno convinto di Cole”.

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio): “Totti si sta autogestendo, è opportuno centellinarlo per questo periodo della stagione. Io guardo Francesco, e il resto è noia. Gervinho è un giocatore molto utile alla Roma, specie in determinate partite. Abbiamo visto che contro il Parma, contro squadre che si chiudono bene, lui diventa un giocatore inutile. Credo che Florezni, Ljajjc e Iturbe sono un’alternanza valida. Poi va centellinato il Capitano, perchè contro il Manchester City e la Juventus è importantissimo averlo al 100%”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy