Zaniolo, piccolo grande talento: “Si realizza un sogno. Serata indimenticabile”

Zaniolo, piccolo grande talento: “Si realizza un sogno. Serata indimenticabile”

Gol e standing ovation: “Spero di farne tanti altri sotto la Sud”. Buffon: “Un predestinato”. Di Biagio: “Ci trascinerà all’Europeo”

di Redazione, @forzaroma

La copertina se l’è presa con merito di destro, la consacrazione poco dopo di sinistro. Da ieri Nicolò Zaniolo ha aperto ancora più gli orizzonti del suo futuro. Niente più barriere, giù qualsiasi tipo di confine: tecnico, dialettico, culturale. Da ieri anche l’Europa si è resa conto del futuro luccicante che accompagna la crescita del jolly giallorosso. Zaniolo è un mix concentrato ed esplosivo di talento e sfacciataggine. E i due gol segnati sotto la Curva Sud lo hanno di fatto cristallizzato già di diritto nei cuori della gente giallorossa. L’uomo su cui la Roma deve costruire il suo futuro è lui, quello da difendere da qualsiasi idea presente o futura di eventuali plusvalenze, scrive La Gazzetta dello Sport.

Zaniolo prima della doppietta si era distinto per alcune giocate importanti come l’assist a Cristante a inizio ripresa. In un ruolo, tra l’altro, mai ricoperto prima, quello di esterno destro nel 4-­3-­3. Un altro esame superato, in una crescita senza fine. “Sono felicissimo per me e la squadra, è un sogno che si è realizza, una serata che non dimenticherò mai nella mia vita — dice a fine partita —. I gol sotto la Sud? Spero di segnarne ancora molti. Adesso dobbiamo andare a Oporto per conquistare i quarti di finale. La partita l’avevamo preparata così, cercando di non lasciare troppi spazi per poi ripartire”. Cosa che bisognerà fare anche in Portogallo, dove la Roma probabilmente avrà bisogno di segnare un gol. “Sarà dura, come delresto ogni partita di Champions — continua Zaniolo —. Ma andiamo lì per giocarci le nostre carte e passare il turno”.

E a consacrarlo, prima della partita, erano già arrivate le parole di Luigi Di Biagio, il c.t. dell’Italia Under 21 che con Zaniolo in estate andrà a caccia dell’Europeo. “Probabilmente Nicolò sarà con noi, anche se la priorità resta la Nazionale maggiore — dice il c.t. —. Con Mancini decideremo il da farsi, ma penso che farà parte del nostro gruppo: sarà uno dei protagonisti. Noi lo conosciamo da tanto tempo. Che fosse bravo lo sapevamo, che fosse però così bravo probabilmente no. Quello che sta facendo vedere è molto importante. È un grandissimo, la sua esplosione è sotto gli occhi di tutti”. Parole importanti arrivano anche da Gigi Buffon: “Mi ricordo il padre di Zaniolo, gran combattente. Se il figlio ha il suo carattere e l’umiltà farà benissimo. A vederlo sembra un predestinato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy