Un patto tra uomini, prima che sia tardi

Un patto tra uomini, prima che sia tardi

La Roma di oggi ha gli occhi spenti, ma non è ancora il tempo di ammettere di aver sbagliato, ma quello di dimostrare che si è visto giusto

di Redazione, @forzaroma

La speranza in casa Roma è che tra qualche mese si possa dire che “lo schiaffo di Madrid è servito”. A svegliarsi, a tornare a crederci, ad uscire da questo brutto inizio di stagione fatto di dubbi e confusione, poco gioco e gambe molli. A ritrovare quello sguardo feroce – riporta l’edizione odierna de “La Gazztta dello Sport” che aveva permesso lo scorso anno – almeno in Champions – di realizzare imprese impossibili. La Roma di oggi ha gli occhi spenti. Non è ancora la squadra giovane, sbarazzina, talentuosa e offensiva che si pensava potesse divertire e stupire. E’ un mix insipido con pochi big che sembrano orfani degli ex compagni e un gruppo di giovani non integrati. Che qualcosa non stia più funzionando lo dimostra il nervosismo di Di Francesco che prende a pugni e calci la panchina. Forse è arrivato già il momento di fermarsi, guardarsi negli occhi e capire chi ci crede davvero. Questa squadra sulla carta ha i valori per far bene, ma deve riattaccare in fretta la spina e porsi nuove sfide. Non è ancora il tempo di ammettere di aver sbagliato, ma quello di dimostrare che si è visto giusto. Ma serve un chiarimento e un patto tra uomini: prima che sia improvvisamente tardi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy