Tasto off. Olsen-Florenzi-Fazio, riecco i “Pretoriani” per blindare la Roma

Tasto off. Olsen-Florenzi-Fazio, riecco i “Pretoriani” per blindare la Roma

Domani con il Genoa rientrano i tre titolari di una difesa chiamata al riscatto: troppi i gol subiti finora

di Redazione, @forzaroma

Chi di noi quando deve spegnere un aggeggio elettronico non preme il tasto «off»? Invece, il problema della Roma è che dovrebbe accendersi, scuotersi dall’ineffabile torpore che sembra averla avvinta negli ultimi tempi, ma l’OFF di cui parliamo è di tutt’altra natura, scrive Massimo Cecchini su “La Gazzetta dello Sport“. Eusebio Di Francesco, infatti, immaginiamo sia parecchio contento di poter restituire domani una maglia da titolare a tre dei suoi pretoriani. Parliamo di Robin Olsen, Alessandro Florenzi e Federico Fazio, i cui cognomi in effetti formano l’acronimo OFF.

I tre difensori (anche l’azzurro tornerà a giocare sulla linea di retroguardia) dovranno fare di tutto per provare a far tornare impermeabile una difesa che nelle ultime partite ha subito almeno un gol a gara. E se contro il Genoa per Di Francesco l’obiettivo può essere solo la vittoria, meglio ritrovare quella retroguardia che nella scorsa stagione fu il vero punto di forza della Roma. Mentre l’attacco tutto sommato era stato inferiore alle aspettative, la retroguardia era stata dietro solo a quella della Juventus, avendo subito 28 reti complessive in 38 partite di campionato. Se si pensa che a 28 reti subite la Roma è gia arrivata in questo scorcio di stagione – 15 partite di campionato e 6 di Champions League – è logico che l’allenatore abruzzese si aspetti rapidi miglioramenti dai suoi difensori.

Con il dovuto rispetto per Mirante e la sua carriera, logico che il rientro del titolare Olsen tra i pali dia altre garanzie. Lo svedese finora sembra il miglior acquisto del mercato estivo giallorosso. Serio, affidabile, senza paura e con tanta voglia di crescere ancora, soprattutto in quelli che sembrano i suoi punto deboli: il gioco coi piedi, le rimesse rapide con le mani e le uscite. La cura Savorani sta facendo effetto. Anche Florenzi domani avrà il suo bel daffare, visto che sarà chiamato ad affrontare in prima linea la contestazione dei tifosi. Dopo il pellegrinaggio nei ruoli di esterno d’attacco, ora ritornerà in retroguardia. Chi di sicuro dovrebbe dare di più è Fazio. Il difensore argentino ancora non è tornato agli standard di rendimento del recente passato. Come spesso capita. Ora l’argentino è chiamato a riprendersi un ruolo di protagonista.

Ieri è tornato in gruppo capitan De Rossi, che potrebbe strappare una convocazione simbolica per il match col Genoa. Il centrocampista giallorosso è assente dalla fine del primo tempo della partita contro il Napoli (con la Roma in vantaggio) e senza di lui la squadra ha conquistato 9 dei 24 punti a disposizione. L’obiettivo di Di Francesco, perciò, sembra chiaro: farlo lavorare bene per averlo a disposizione (davvero) come titolare contro la Juventus.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy