Schick e Florenzi, Di Francesco riapre il laboratorio Roma

L’idea del tecnico: aggiustare il 4-3-3 per sfruttare il ceco, che si allena da solo per recuperare la condizione

di Redazione, @forzaroma

Da qui a ottobre l’obiettivo di Di Francesco è far vedere una Roma con il motore il più possibile vicino al massimo dei giri. Senza giri di parole: far vedere Schick dentro un progetto tattico che può aggiustarsi in corsa.

“Sta a me decidere dove utilizzarlo”, ha detto l’allenatore dell’attaccante ceco. Per questo c’è il Roma Lab. Di Francesco è pronto ad aggiustare la Roma per far spazio al ceco. Un indizio, se non un aiuto, in questo senso l’ha regalato il ritorno in campo di Florenzi con la Chapecoense. Proprio contro i brasiliani l’esterno ha giocato un po’ terzino e un po’ centrocampista.

Bisogna quindi immaginare una linea difensiva che spinga in avanti Florenzi (e di conseguenza Schick verso il centro) scivolando con gli altri tre elementi verso destra, tra cui lo stesso Kolarov che in alcune occasioni, con Guardiola al Manchester City, ha già avuto modo di disimpegnarsi come terzo centrale difensivo.

(D. Stoppini)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy