Roma, Schick freme ma contro il Bologna l’amuleto è Dzeko

Roma, Schick freme ma contro il Bologna l’amuleto è Dzeko

Staffetta in vista, anche se il bosniaco finora è sempre andato in gol al Dall’Ara

di Redazione, @forzaroma

Nelle sue prime tre stagioni italiane, Edin Dzeko ha sempre fatto gol al Dall’Ara, anche se il bilancio è di due pareggi e una sola vittoria, ricorda Massimo Cecchini su “La Gazzetta dello Sport“. Ciò non toglie che la Roma abbia estremamente necessità anche di Schick, che in precampionato era stato il migliore dei giallorossi. A chiarire il concetto è lo stesso Di Francesco: “Abbiamo bisogno di tutti. Patrik poteva fare meglio come altri, non bisogna guardare solo a lui. Nei momenti difficili i ragazzi vanno sostenuti, ora c’è bisogno di sostenerlo ancora più forte. Ha grandissimi mezzi, poi certamente lui deve fare in modo di dare di più in campo. Ha tante qualità da mettere in partita, noi abbiamo bisogno di lui perché non possiamo pensare di far leva tutto l’anno sulle spalle di Edin Dzeko“. Proprio per questo è sicuro che il bosniaco non sarà titolare in una partita tra Bologna e Frosinone.

Di Francesco sa bene che contro il Bologna si gioca parecchio, anche se nessuno a Trigoria parla di ultima spiaggia. Ma qualsiasi risultato differente da una vittoria deluderebbe parecchio l’ambiente. Il Bologna è l’avversario più temuto, ed è per questo che Dzeko oggi potrebbe essere impiegato fin dal primo minuto, per poi dare spazio a Schick a gara in corso. Logico pensare che la crisetta di Dzeko sia tra i motivi della partenza lenta della Roma. Visti i precedenti, perciò, Bologna potrebbe essere l’occasione giusta per sbloccarsi. Il colloquio che Di Francesco ha avuto nei giorni scorsi con i «senatori» del gruppo (Dzeko compreso) è stato una chiamata alle armi soprattutto per i giocatori più esperti, molti dei quali in difficoltà.

Pastore è tornato ed è pronto per giocare, Kluivert sarà all’esordio da titolare, così come Perotti tornerà a giocare dall’inizio. In regia De Rossi pare in vantaggio su Nzonzi, mentre in difesa la sorpresa potrebbe essere Marcano schierato da terzino sinistro per costruire una sorta di tre e mezzo, all’occorrenza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy