Roma a tacco alto: “Dateci tempo e saremo grandi”

Roma a tacco alto: “Dateci tempo e saremo grandi”

De Rossi & Co. presentano la formazione femminile Baldissoni, d.g. giallorosso: “Tutte possono sognare”

di Redazione, @forzaroma

L’evento andato in scena a Piazza di Spagna, per la presentazione della Roma Calcio femminile, nel cuore della città – ed introdotte da musiche tutte al femminile (da “Girls like you” dei Maroon 5 a “Quello che le donne non dicono” di Fiorella Mannoia) è stato molto suggestivo, come riporta Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport, con i calciatori della prima squadra maschile pronti, a turno, a scendere la scalinata mano nella mano con ciascuna delle 22 ragazze che compongono la rosa allenata da Betty Bavagnoli e che avrà Sebino Nela come dirigente. Curiosità: Flaminia Simonetti è scesa col fratello Pier Luigi, che gioca in Primavera.

Ovvio che nessuno sia stato parco di elogi per la dirigenza e il presidente Pallotta, rappresentato nell’occasione da pezzi importanti del suo cuore: la mamma Angelina e le sorelle Carla e Cristina. A fare gli onori di casa, però, è toccato al d.g. Mauro Baldissoni. “Non consideriamo la Roma come un’insieme di squadre di calcio, ma come una piattaforma sociale. Lo sport è cultura, e anche come azienda culturale ritenevamo nostro dovere investire nella promozione e nello sviluppo del calcio femminile. Parafrasando una dichiarazione di Mia Hamm, tutte le ragazze di Roma possano diventare come uno dei campioni che hanno accompagnato le nostre calciatrici. Da oggi queste ragazze fanno parte della famiglia della Roma. Per questo, visto che sono scese mano nella mano come si fa nelle famiglie, saranno seguite con la stessa attenzione da parte nostra e ci auguriamo anche dai tifosi”.

A indicare la rotta, poi hanno pensate l’allenatrice Bavagnoli, e la capitana Elisa Bartoli. “Questa presentazione è una grande emozione – dice il tecnico –. Grazie per avermi permesso di allenare questa squadra. Sono orgogliosa di questo gruppo. Non posso dire dove arriveremo, ma vorremo dire la nostra ed esser protagoniste. Vogliamo far appassionare le persone e farle avvicinare al calcio femminile”. Anche la Bartoli – scesa per ultima con De Rossi – suona la carica. “Indossare la fascia e questi colori è un privilegio e un onore. Credo che faremo grandi cose, anche se magari ci vorrà tempo. Spero che ci prenderemo tante soddisfazioni”.

Si alleneranno all’Acqua Acetosa e giocherà al Tre Fontane Una delle prime opportunità per vederle all’opera sarà domani, per il Trofeo Petrucci.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy