Il gol è un problema. Schick, la soluzione per la Champions

Tre degli ultimi quattro gol in campionato sono arrivati con il ceco in campo

di Redazione, @forzaroma

Ora la scintilla è scattata, il 24 gennaio Schick ha festeggiato non solo i 22 anni ma pure la prima vera giornata da Roma. Il ceco ha rianimato una squadra sull’orlo di una crisi di nervi, ha dato colore a una Roma ingrigita e senza fantasia.

In meno di mezzora il ceco ha tentato con successo 4 dribbling, solo Under ha fatto quanto lui, nessuno degli altri, che pure hanno avuto 90 minuti di tempo, s’è avvicinato. Cinque duelli vinti (uno più di Dzeko), undici passaggi positivi, solo uno in meno di Defrel a cui ha dato il cambio, due in più di Under: Schick cerca il pallone, lo vuole tra i piedi e la squadra ne riconosce la profondità di pensiero. La Roma farà bene a chiedere a Schick la benzina necessaria per rincorrere la Champions. Tre degli ultimi quattro gol in campionato sono arrivati con il ceco in campo. Forse un caso. O forse un errore pensare da qui in avanti una Roma senza Schick.

(D. Stoppini)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy