E il capitano sale in cattedra con il diploma honoris causa

Giovanni Malagò, presidente del Coni: “Il mio grande rammarico è stato non portare l’Olimpiade in Italia”

di Redazione, @forzaroma

Events o marketing Manager, direttore sportivi, digital specialist o responsabile della comunicazione. Sono le strade che prendono il via dal master universitario SBS (Strategie per il Business dello Sport) e portano fino al mondo del lavoro, ovviamente con specializzazione nel campo sportivo, italiano e non. Ieri, per festeggiare i nuovi 37 diplomati del dodicesimo corso, al Salone d’onore del Coni c’era anche Francesco Totti, a cui è stato consegnato il diploma honoris causa, come riporta Pugliese su La Gazzetta dello Sport.

Ieri a presiedere la festa finale c’era ovviamente Christian Benetton e tra i relatori anche Andrea Di Caro, vicedirettore della Gazzetta dello Sport. Ma a far gli onori di casa è stato ovviamente Giovanni Malagò, il presidente del Coni: “Sono molto felice per questa giornata che celebra un modo unico in Italia di concepire lo sport, quello della famiglia Benetton – ha detto lo stesso Malagò – E sono fiero di sostenere il progetto di questo master, perché sono convinto che lo sport italiano abbia bisogno di nuove risorse e professionalità per continuare a crescere. Negli ultimi 4 anni abbiamo visto un grande aumento della pratica sportiva in Italia. Ma dobbiamo fare di più, soprattutto al Sud. Il mio grande rammarico è stato non portare l’Olimpiade in questo Paese, sarebbe stata un’occasione automatica per far entrare tanti giovani nel nostro mondo del lavoro”.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy