De Sanctis e Balzaretti, dal campo alla panchina con un passato (diverso) in bianconero

De Sanctis e Balzaretti, dal campo alla panchina con un passato (diverso) in bianconero

Adesso hanno due ruoli di scrivania alla Roma, con prospettive diverse

di Redazione, @forzaroma

A Torino, sponda bianconera, sono stati entrambi un paio d’anni. Ma mentre Federico Balzaretti con la Juventus ha giocato quasi settanta partite che hanno rappresentato una parte importante della sua carriera, Morgan De Sanctis si è limitato a quattro apparizioni, scrive Chiara Zucchelli su La Gazzetta dello Sport..

A Torino non si sono mai incrociati. Morgan è andato via dalla Juventus nel 1999, Balzaretti nel 2007, per entrambi i colori bianconeri sono stati una tappa di passaggio in un’età molto giovane. E da un club con così tanta storia hanno, in ogni caso, appreso qualcosa. Anche se poi, nel 2014, alla Gazzetta De Sanctis è andato giù durissimo contro l’ambiente bianconero: “Io posso dire che la sudditanza psicologica esiste. Tutto quello che la Juve ha vinto in Italia non è proporzionale a quello che ha vinto all’estero. E questo fa riflettere”. Adesso Torino rappresenta il passato. De Sanctis fa il team manager del club giallorosso, e ragiona anche su un futuro in panchina, mentre Balzaretti, insieme a Vallone, lavora a stretto contatto con Monchi nella direzione sportiva e si occupa dei calciatori in prestito (Gerson su tutti) e di quelli appena arrivati a Trigoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy