De Cataldo: “Arriva un commissario saggio, vedrete…”

Il magistrato e romanziere: “Se fosse protagonista di un mio noir, sarebbe colui che tiene a bada i giovani sbirri turbolenti”

di Redazione, @forzaroma

Giancarlo De Cataldo, alto magistrato, romanziere di successo e tifoso romanista, recapita ai fratelli giallorossi una lettera nel giorno del ritorno di Claudio Ranieri: “Cari tifosi, io vi dico: resistere, resistere, resistere. E forza Roma, sempre”. Ecco alcune parole della sua intervista al “La Gazzetta dello Sport”.

La sua passione è una sentenza, De Cataldo, come una di quelle lette da lei in Corte d’Assise. Ma se fosse presidente della Roma, l’esonero di Di Francesco lo avrebbe mai sentenziato?
Avrei aspettato la fine della stagione, entriamo come è logico in valutazioni che riguardano i rapporti nello spogliatoio, che probabilmente si saranno pure deteriorati se si è arrivati a questo punto. Ma, in ogni caso, io avrei atteso ancora un po’.

Tutto il fatalismo romanista, in tv, ha attraversato Roma, le Alpi, fino a raggiungere Oporto e i tifosi presenti allo stadio.
E già, se quel tiro di Dzeko nel secondo tempo supplementare fosse entrato, staremmo a parlare di altre cose. In quel momento, l’ultrà giallorosso ha detto: “E’ finita”. Come un film già visto altre volte. A Roma uno poi le cose se le chiama.

Di Francesco è il 6° tecnico che salta in 8 anni di gestione Pallotta, via pure il medico sociale. E il d.s. Monchi è ai saluti: è un momento che riflette, se vogliamo, anche il periodo storico della città.
Da quando sono a Roma, cioè dagli anni Settanta, la Capitale è confusa. La squadra ha vinto con Liedholm, una personalità forte, e con Capello, un italiano con mentalità austro-ungarica: probabilmente c’è bisogno di questo…

Ma Ranieri è il «poliziotto» giusto, se lo dovessimo immaginare protagonista di uno dei suoi noir di ispirazione poliziesca?
È un commissario saggio, quello che tiene a bada i giovani sbirri turbolenti».

E come potrà risollevarla, la Roma?
Fatelo arrivare… (e ride, ndr), e presto vedremo. Servono di sicuro calma e serenità, adesso. Con la sua esperienza e il suo buon senso, troverà l’alchimia giusta per riportare più su la squadra.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy