Zaniolo, il ko e poi il ribaltone: a Ferrara è il convocato di scorta

Fonseca prima lo definisce “veramente infortunato” e poi lo inserisce nella lista per la sfida contro la Spal

di Redazione, @forzaroma

Zaniolo rimane a guardare. Anzi no. Cronaca di un pomeriggio alquanto singolare, scrive Stefano Carina su Il Messaggero.

Alle 18.03 di ieri, Fonseca annuncia il forfait di Nicolò: “Non ce la fa ancora a tornare tra i convocati. Non è però giusto quello che si scrive sul suo conto. Chi mi conosce sa che dico sempre la verità e certe notizie non sono vere. Non c’è alcun problema con lui. Se ho detto che ci ho parlato e che non ci sono problemi,vuol dire che è la verità. In questo momento è veramente infortunato“.

Un’assenza, quella annunciata inizialmente, che ha l’effetto di calmierare gli animi e sgomberare il campo dalle illazioni per la mancata convocazione contro l’Inter.

Alle 19,45 arriva però la clamorosa retromarcia. Si fa male Under, Zaniolo – quello che poco prima era stato definito “veramente infortunato” – torna nella lista delle convocazioni per la Spal.

Arriva puntuale la precisazione di Fonseca: “Purtroppo si è fermato Cengiz. Così ho chiesto a Nicolò se se la sentiva di partire. Ha sostenuto un test che ha dato risposte migliori e ho deciso di portarlo“.

Un’inversione ad U, un boomerang. E che soprattutto ha l’effettodi riaccendere le luci su un caso che faticosamente la Roma stava cercando di spegnere. Zaniolo di sera ha postato una frase sibillina.”Il rumore più forte è il silenzio di chi non risponde“. E anche la mamma, Francesca: “Il silenzio degli innocenti…”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy