Un altro crollo del 31% del titolo in Borsa: si teme l’Opa al ribasso

Ieri un secco -30% a 0,28 euro ed è rimasto sospeso dagli scambi per gran parte della giornata

di Redazione, @forzaroma

E’ proseguita anche ieri la serie nera della Roma in Borsa. Dopo il crollo di quasi il 35% subito tra il prezzo massimo di giovedì (0,56 euro) e la chiusura di venerdì (0,40 euro) della scorsa settimana, ieri il titolo è entrato in contrattazione con un secco -30% a 0,28 euro ed è rimasto sospeso dagli scambi per gran parte della giornata, come riporta Il Messaggero.

La chiusura, avvenuta alle 17,30, ha confermato il minimo di 0,277 euro (-31%). Il mercato resta in attesa di novità sul possibile delisting del club dopo il passaggio di controllo da James Pallotta a Friedkin, che ha rilevato l’86% del capitale del club.

Il vero motivo del crollo, che sta avvenendo con il passaggio di mano di volumi elevati, è legato al fatto che il passaggio di controllo del club avverrà a 0,1165 euro e i nuovi proprietari saranno obbligati a lanciare un’Opa sul restante 14% della società allo stesso prezzo, decisamente inferiore alle quotazioni del titolo.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy