Tor di Valle, Raggi aspetta la Roma: il progetto stadio non è una priorità

Tor di Valle, Raggi aspetta la Roma: il progetto stadio non è una priorità

Il passaggio in aula Giulio Cesare, spiegano, non sarà immediato: c’è chi parla di prima dell’estate, chi anche dopo

di Redazione, @forzaroma

In Campidoglio regna la cautela. Anzi, per la precisione, si aspetta di capire anche chi sarà il prossimo proprietario dei giallorossi e chi invece rileverà i terreni di Tor di Valle, scrive Francesco Pacifico su Il Messaggero.

Al di là delle ultime frasi di Raggi (“è intervenuta la procura, non è un cantiere come gli altri. Posso dire che i lavori e gli approfondimenti del tavolo tecnico sono andati avanti per continuare a lavorare sul progetto, a breve scioglieremo tutte le riserve“) a palazzo Senatorio circolano altre voci: lo stadio, al momento, non è una priorità.

Il passaggio in aula Giulio Cesare, spiegano, non sarà immediato: c’è chi parla di prima dell’estate, chi anche dopo. Non tutti dentroM5S sono favorevoli al progetto. Ufficialmente, poi, la due diligence sull’iter amministrativo dell’opera è ancora in corso, e la sindaca ovviamente non l’ha ancora vagliata. E, vista la complessità delle carte, ci vorrà ancora tempo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy