Tifosi infuriati, contestazione al rientro a Trigoria

Due blindati della Polizia a difendere l’ingresso del centro sportivo. Lancio di uova sul pullman della squadra

di Redazione, @forzaroma

Rabbia, delusione e sconforto: i tifosi romanisti non hanno digerito l’umiliazione nei quarti di finale di Coppa Italia, contestando la squadra sia alla partenza da Firenze che al rientro a Trigoria, come riporta Gianluca Lengua su Il Messaggero.

I 2.500 tifosi che hanno seguito la squadra al Franchi hanno aspettato la squadra alla stazione ferroviaria di Campo di Marte per protestare e manifestare tutto il dissenso. Ma la Roma, prevedendo la contestazione, ha scelto di far tornare con il pullman calciatori, allenatore e staff tecnico (Monchi compreso), mentre gli altri dirigenti e i dipendenti sono rientrati in come da programma treno.

Qualche tifoso, che si è accorto del cambiamento, ha seguito il pullman in auto fino al centro sportivo di Trigoria, dove questa mattina alle 11 riprenderanno gli allenamenti. Al centro sportivo giallorosso, dove si erano portati anche due blindati della Polizia con poliziotti in tenuta antisommossa, c’erano una ventina di tifosi appostati sul piazzale Dino Viola, ai quali è stato impedito di avvicinarsi all’ingresso del centro tecnico. Il pullman con a bordo i calciatori è stato oggetto di un lancio di uova e altri oggetti che non hanno recato danni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy