Roma, solo mini market

Roma, solo mini market

L’assist di Fonseca a Petrachi: “È complicato arricchire la nostra squadra trovando giocatori più bravi degli attuali”. Priorità al vice-Dzeko

di Redazione, @forzaroma

Il mercato può attendere, fanno sapere dalle sede di viale Tolstoj, scrive Ugo Trani su Il Messaggero.

Non c’è alcuna urgenza di investire anche nella sessione invernale (il via giovedì 2 gennaio). Lo ha chiarito proprio Fonseca, venerdì sera, dopo il successo al Franchi contro la Fiorentina. “È complicato intervenire a gennaio. Se noi vogliamo un giocatore per migliorare la squadra, deve essere più bravo di quelli che ci sono oggi”. L’assist è per Petrachi che, non avendo budget a disposizione per nuovi acquisti, sa come accontentare l’allenatore. Che ha bisogno del vice Dzeko. La priorità, dunque, è il centravanti di scorta. I rinforzi poi usciranno dall’infermeria: Cristante e Kluivert.

Davanti c’è già Kalinic, preso in prestito a fine estate dall’Atletico Madrid. Ma non si vede. Nemmeno quando, il 1° dicembre a San Siro contro l’Inter, è rimasto fuori il titolare. Deludente il suo 2019: l’unica rete, più di 11 mesi fa (16 gennaio) al Wanda Metropolitano, in Copa del Rey al Girona. La Fiorentina e il Genoa si sono affacciati, ma l’ingaggio (3 milioni netti) è da club di prima fascia. Se non parte lui (che vuole restare), è improbabile che arrivi lo stesso il centravanti. Petrachi ha già individuato il profilo ideale. Innanzitutto giovane. La rosa comprende Pinamonti, Mariano Diaz e Kean. Operazione da fare in prestito. Offerto Llorente che vuole lasciare il Napoli: il centravanti, tentato dall’Inter, piace per le caratteristiche. Non per l’età (34 anni).

La Roma, intenzionata ad abbassare il monte ingaggi, cercherà di piazzare Jesus: il Bologna è pronto, ma lo stipendio pesa nella negoziazione. Sul mercato anche Pastore e, fino a un mese fa, Perotti, riqualificato ultimamente da Fonseca e quindi meno sicuro di partire. Santon, con Zappacosta ancora convalescente, è in stand by. Florenzi, titolare nelle ultime 3 gare e ormai davanti a Spinazzola, deve decidere se restare o andar via: Fonseca non lo ha mai scaricato. Se chiede di essere ceduto per avere il posto garantito, al Cagliari o al Valencia,

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy