Pruzzo: “Dzeko mi batterà, parola di bomber”

Pruzzo: “Dzeko mi batterà, parola di bomber”

L’ex numero 9 giallorosso: “Fatemi godere la seconda piazza dietro Totti ancora per un po’… “

di Redazione, @forzaroma

Grazie al suo score in giallorosso (138 gol in 315 presenze), Roberto Pruzzo guarda ancora Dzeko dall’alto in basso. Chissà ancora per quanto.

Ce la farà Edin a superarla?
“Quest’anno no, almeno credo – ride – Fatemi godere la seconda piazza dietro Totti ancora per un po’… Seriamente, se gioca altre due stagioni ai suoi livelli mi può riprendere. Una quarantina di reti le può fare tranquillamente” dice il Bomber intervistato da Stefano Carina su Il Messaggero.

Contro la Sampdoria ha segnato due gol, uno più bello dell’altro.
“Confermo, ha fatto due grandi gol. Uno al volo di sinistro, l’altro col destro, niente da dire. Io ne ho fatti due simili, se la memoria non mi tradisce contro l’Inter. Sono palle difficili, devi saperti coordinare e colpire al momento giusto. Non è importante la forza che dai al pallone ma come lo prendi. È stato bravo. Il più difficile tra i due? Per uno bravo come il bosniaco, sono facili entrambi. Se devo scegliere, forse tra i due il più difficile è il primo. Va detto che un po’ di responsabilità ce l’hanno anche i difensori di Ranieri ma il gesto tecnico non si discute. Quello rimane”.

Avreste formato una coppia super?
“No, penso proprio di no. I numeri 9 hanno bisogno del loro habitat, di uno spazio vitale dove vanno lasciati da soli, in pace. Io sono riuscito a giocare miracolosamente con Voeller e Ciccio (Graziani, ndc) ma perché li ho sbolognati’ sulla fascia. Li ho costretti entrambi a fare le ali… (ride). Con Dzeko sarebbe stato difficile, lui è un 9 classico”.

Pruzzo ha rilasciato anche un’intervista a Chiara Zucchelli su La Gazzetta dello Sport.

Edin Dzeko può raggiungerla?
“Se continua così, con questi ritmi, perché no? Trentaquattro reti non sono poche, ma con la continuità attuale e se dovesse restare alla Roma per un altro po’ di tempo penso che Dzeko possa farcela. In più adesso si giocano tante partite tra campionato e coppe, potrebbe riuscire ad arrivare ai miei gol”.

Cosa le piace di più di Edin?
“È un grande giocatore, con qualità notevoli e una fisicità importante. Sa giocare con entrambi i piedi e questo per un attaccante è importante. È un bomber completo, che non pensa soltanto a fare gol, ma gioca anche per la squadra”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy