Pedro o Elsha, cercasi leader

I due possono essere la coppia fondamentale nella volata Champions

di Redazione, @forzaroma

Fonseca sa bene che il posto Champions non arriverà in regalo a fine stagione, scrive Ugo Trani su Il Messaggero. C’è da conquistarlo. L’obiettivo resta complicato, oggi come ieri, per il numero delle iscritte alla corsa verso l’unica Europa che conta. E a Trigoria è anche decisivo per il futuro dell’allenatore.

Il rendimento della Roma non è da bocciare. Semplicemente è da analizzare, in quanto strano (che nessuno si offenda). Esempio: l’attacco va ed è il 4° migliore della serie A. Ma spesso fa cilecca negli scontri diretti, i tiri, pochi o tanti che siano, non inquadrano mai la porta. E nessuno, nemmeno tra lo staff tecnico, sa chiarire perché. Oppure: la difesa è fragile, solo 8 formazioni hanno fatto peggio della Roma. I giallorossi giocano, gli avversari segnano. Gli errori dei singoli non mancano in nessuna partita. Anche in quelle vinte.

Pedro, appena rientrato in gruppo, ed El Shaarawy, in piena fase di riatletizzazione. Possono formare la coppia  fondamentale nella volata Champions. Potere ai senatori, dunque. È l’unica strada, al momento, per essere competitivi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy