Milan, ciao Europa. Ridono Roma e Toro

Milan, ciao Europa. Ridono Roma e Toro

Fair play finanziario violato, il Tas esclude i rossoneri dall’Europa League. Giallorossi direttamente ai gironi, i granata ripescati: faranno i preliminari

di Redazione, @forzaroma

Era soltanto una questione di tempo…“. L’esclusione dall’Europa League del Milan non ha sorpreso nessuno a Trigoria, scrivono Stefano Carina e Salvatore Riggio su Il Messaggero.

Non a caso il club giallorosso aveva deciso qualche giorno fa di annullare il ritiro di Pinzolo. La Roma già sapeva come sarebbe andata a finire.

L’ufficialità è arrivata ieri, poco dopo mezzogiorno. La decisione del Tas di Losanna (arbitro Michael J. Beloff), è presa “come conseguenza della violazione degli obblighi di pareggio del Fair play finanziario durante i periodi di monitoraggio 2015-16-17 e 2016/2017/2018“. Due gli effetti immediati di questo consent award: 1) La Roma è qualificata direttamente ai gironi; 2) Il Torino accede ai preliminari e giocherà contro la vincente di Debrecen-Kukesi (andata il 25 luglio, ritorno il 1° agosto).

Accogliendo l’esclusione dalla coppa europea, il Milan ha ottenuto in cambio la cancellazione della sentenza della Camera Giudicante del dicembre scorso sul triennio 2014-17 (necessità di raggiungere il break-even entro il 30 giugno 2021 pena l’esclusione per un anno dalle coppe) e l’interruzione del secondo procedimento ancora pendente per l’annata 2017-18. Non avendo fretta di fare plusvalenze entro domani, ora la cessione di Donnarumma al Psg potrà avvenire con più calma.

Adesso che la Roma sa con certezza che è alla fase a gironi dell’Europa League, l’estate giallorossa può essere organizzata. Fonseca, non partecipando ai preliminari, avrà modo di evitare sei gare in angoli remoti dell’Europa e potrà iniziare la stagione con più tranquillità. Tra lunedì 8 e mercoledì 10 luglio, prenderà il via il ritiro vero e proprio con i nazionali (che qualche giorno fa non hanno sostenuto le visite mediche, perché in vacanza) pronti a recarsi a Villa Stuart per eseguirle. Il club deve ancora stilare il programma definitivo ma la linea guida, almeno al momento, prevede la maggior parte della preparazione a Trigoria, svolgendo poi amichevoli in Italia e all’estero (una sarà con lo Shakhtar). Le possibilità di un ritiro in montagna tra fine luglio e primi di agosto e/o il trasferimento per un periodo a Boston, dove i giocatori potrebbero allenarsi in strutture di primo piano evitando la calura cittadina, vengono considerate opzioni di scorta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy