La Roma si guadagna la Juve

Coppa Italia, i giallorossi in emergenza passano 2-0 a Parma e nei quarti affronteranno Ronaldo e compagni

di Redazione, @forzaroma

Il 2020 della Roma inizia nella notte del Tardini, scrive Ugo Trani su Il Messaggero: Fonseca, con il 1° successo nel nuovo anno, centra anche la qualificazione in Coppa Italia e, vincendo contro il Parma (0-2), raggiunge i quarti dopo aver conquistato, lo scorso dicembre, la promozione ai sedicesimi di Europa League.

Mercoledì, dunque, scontro diretto con la Juve allo Stadium per andare in semifinale. Giallorossi, quindi, ancora in corsa su 3 fronti, contando pure la battaglia per la Champions.

Premiata l’inventiva del portoghese, coraggioso e lucido nella serata in Emilia. Fonseca, affrontando il periodo più complicato da quando è nella Capitale, modifica l’assetto sperando che il vento improvvisamente possa girare a favore e gonfiare la vela giallorossa. Così sfida l’emergenza che lo perseguita (8 gli assenti) e il mercato che non gli dà mai na gioia prima ancora del Parma che è incompleto solo per scelta con 6 titolari in panchina (più l’indisponibile Gervinho).

Ecco che, nella partita da dentro o fuori al Tardini, cambia il sistema di gioco guardando alla partita di domenica contro il Genoa a Marassi, dove non potrà schierare i terzini Florenzi e Kolarov. E, anche se schierando comunque la miglior Roma del momento per andare avanti in Coppa Italia, sceglie l’inedito 3-3-3-1, con la difesa a 3 e Cristante abbassato in mezzo a Mancini e Smalling.

A salire Diawara proprio tra Florenzi e Kolarov e, in avanti, il rombo offensivo con Pellegrini dietro a Kalinic e al suo fianco Under e Perotti.

Diawara è spesso solo in mezzo e riceve l’aiuto di Cristante che avanza da dietro e a turno di Perotti o Pellegrini, cioè i palleggiatori, pronti ad abbassarsi. Under, in rifinitura, è il più presente, creando le chance più nitide del 1° tempo, entrambe per Perotti che però non riesce a lasciare il segno. Kalinic, chiuso ad inizio gara, è più altruista che finalizzatore, chiamando a rimorchio Pellegrini al tiro: Colombi respinge. La generosità del centravanti sarà premiata più tardi.

Pellegrini lascia il segno all’inizio del 2° tempo, indirizzando di precisione verso il palo scoperto, dopo lo scambio in area con Kalinic che in questa trasferta lavora alla Dzeko. E’, insomma, il prezioso punto di riferimento: i compagni lo cercano e lui si fa trovare. I gialloblu protestano dopo il gol del vantaggio: l’azione è partita da Pau Lopez dopo la mancata concessione del calcio d’angolo. Inglese ha l’occasione per il pari: bravo il portiere giallorosso nella respinta. Torna Kluivert dopo un mese e mezzo, fuori Perotti. Braccio di Barillà in area su cross di Florenzi: Pairetto concede il rigore, trasformato da Pellegrini che festeggia la sua prima doppietta giallorossa. Debutta Bruno Peres, applaudito dagli 843 tifosi giallorossi, esce Florenzi. Poi anche Pellegrini, colpito alla caviglia, dentro Veretout che si scalda per il campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy