La Roma balla sulle punte

Le gerarchie tra Mayoral e Dzeko sono cambiate: l’esperienza per Edin in coppa, spazio per Borja in campionato

di Redazione, @forzaroma

La staffetta è pronta a ripartire, scrive Stefano Carina su Il Messaggero. Mayoral a Reggio Emilia, Dzeko in Olanda è lo scenario più plausibile. Gestione agevolata dal fatto che Edin è tornato soltanto ieri – con il giallo tampone, risolto nella giornata di ieri (esito negativo, alla pari dei suoi compagni azzurri) – mentre lo spagnolo si è allenato regolarmente durante la sosta a Trigoria.

Calendario alla mano e considerando che la Roma sembra strizzare l’occhio più all’Europa League che al campionato, lo spagnolo dovrebbe giocare domani con il Sassuolo (3 aprile), con il Bologna (11) e contro il Torino (18) mentre a Edin toccherà l’andata e il ritorno con l’Ajax (8 e 15) più il match infrasettimanale con l’Atalanta. Della serie: Mayoral è pronto a trasformarsi nel centravanti dei weekend. Anche se, quel gol che gli manca per laurearsi capocannoniere del torneo, si augura possa arrivare – subentrando dalla panchina – in una delle due partite con gli olandesi. Sinora la staffetta in corsa tra i due (insieme hanno giocato spiccioli di partite) non ha regalato molti sorrisi.

Il confronto tra la somma delle loro reti e quella degli altri numeri 9 del campionato è impietoso. Per intenderci: Simy, centravanti nigeriano del Crotone, ha segnato quanto i due giallorossi (13). La scossa deve arrivare soprattutto da Edin che sta procedendo alla stessa velocità del 2018-19 (poi concluso con 9 centri più 5 in Europa). Una volta soltanto ha fatto peggio: nel 2015-16, a questo punto della stagione, aveva segnato 6 reti in campionato e 2 in coppa. Ora è a quota 7 più 3. Magra consolazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy