La crisi di Kolarov, tra liti con i tifosi e quell’idea di non essere all’altezza

La crisi di Kolarov, tra liti con i tifosi e quell’idea di non essere all’altezza

Il serbo attraversa un periodo negativo, le sue prestazioni sono oltre l’insufficienza e per questo è finito in panchina con Lazio e Sassuolo

di Redazione, @forzaroma

Aleksandar Kolarov, ci risiamo. La polemica non si placa, scrive Gianluca Lengua su Il Messaggero. Il battibecco innescato con i tifosi della Tribuna Tevere durante la partita con il Bologna è solo la punta dell’iceberg.

Il serbo attraversa un periodo negativo, le sue prestazioni sono oltre l’insufficienza e per questo è finito in panchina con Lazio e Sassuolo.

Adesso Kolarov si sente un leader decadente e si sta facendo qualche domanda sulla sua efficacia in campo. Quesiti che si stanno ponendo anche i tifosi, stanchi non solo delle prestazioni, ma anche di alcuni suoi comportamenti giudicati irrispettosi.

A tal proposito la società ha derubricato il litigio con la Tevere di venerdì a un episodio di campo,ma i dirigenti hanno voluto vederci chiaro chiedendo al calciatore i dettagli su quanto accaduto.

Perdonato dalla società e massacrato dai tifosi social, inferociti specie perché recidivo: un anno fa esatto il terzino ha risposto “Sveglia tua madre” ad alcuni ragazzi -presenti alla stazione Termini, la squadra era in partenza per Firenze.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy