I Friedkin e quel cambio di marcia verso la passione

Una certa “romanità” perduta con Pallotta deve tornare dentro le nostre maglie il prima possibile

di Redazione, @forzaroma

Bravo Friedkin, sorprendente e raffinata la scelta del nuovo direttore generale, pescato in Portogallo da un club glorioso come il Benfica, scrive Paolo Liguori nella sua rubrica ‘Curva Sud’ su Il Messaggero.

La Roma punta su qualità internazionale e giovane. Adesso vada avanti, mi permetto di suggerire, affronti il vero groviglio irrisolto: deve tornare in campo la passione del popolo giallorosso per la sua squadra, ed è necessario soprattutto per una società che vuole puntare sullo stadio di proprietà. Tutto ciò che è mancato con Pallotta, deve tornare come carburante per i colori giallorossi.

Mister Friedin, ha parlato con Totti? Sta pensando a dargli un ruolo pubblico nell’AS Roma? Noi lo seguiremmo certamente. Quella “romanità” vista del docufilm di Totti deve tornare dentro le nostre maglie il prima possibile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy