Fonseca, l’Europa è di casa

Dopo il Braga, la Roma pesca un’altra ex di Paulo: arriva lo Shakhtar, battuto tre anni fa in Champions

di Redazione, @forzaroma

“È stato il destino”. L’emozione di Fonseca dopo il sorteggio di Nyon: agli ottavi c’è lo Shakhtar, ultimo suo club prima di venire nella Capitale, scrive Ugo Trani su “Il Messaggero”. A Donetsk si è fermato per 3 stagioni, ha conquistato 7 trofei e conosciuto la compagna Katerina dalla quale ha avuto il piccolo Martin. La nuova sfida da ex subito dopo quella con il Braga, buttato fuori nei sedicesimi di Europa League e collegato al prossimo rivale. Anche la Roma, comunque, conosce bene l’ex squadra di Paulo, eliminata con lui in panchina agli ottavi di Champions nel 2018: gol di Dzeko all’Olimpico dopo il ko dell’andata (2-1). In quell’edizione i giallorossi arrivarono fino alla semifinale contro il Liverpool.

Sarà anche il duello tra tecnici portoghesi: Fonseca si troverà di fronte il suo successore Castro. Che ha cambiato già più volte il sistema di gioco in questa stagione, passando per il 4-2-3-1, il 4-1-4-1 e il 4-3-3. E scegliendo il 5-3-2 a San Siro contro l’Inter.

“Sarà un turno difficile conosco bene i giocatori, sono una grande squadra. Fortissima. In Champions hanno vinto due volte contro il Real e pareggiato con l’Inter”, avverte Fonseca. Dei suoi titolari sono rimasti Pyatov, Ismaily, Stepanenko, Marlos e Taison.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy