Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Messaggero

Felix, il gioiellino scoperto da Mou: “Gli devo tutto”

Getty Images

Due gol, uno più bello dell'altro, regalano tre punti alla Roma che ora è quinta

Redazione

Re per una notte.Felix lo aveva scritto nel destino. E nel cognome. Perché in quel lunghissimo Felix Ohene Afena-Gyan, c'è nascosta anche la parola re in ghanese, scrive Stefano Carina su Il Messaggero. Gli sono bastati 18 anni e 306 giorni per segnare per la prima volta con la maglia della Roma (19° nella graduatoria di tutti i tempi). Appena 7 minuti invece per sbloccare una partita strana e correre incredulo verso il suo mentore in panchina: "Mi è venuto a ricordare che gli devo comprare il paio di scarpe che gli avevo promesso - ridacchia Mourinho a fine gara il tecnico - Non è uno scherzo. Dovrò spendere 800 euro, perché costano tanto ma va bene così". Anche perché due gol in 15 minuti non è una cosa che capita tutti i giorni. "Nella ripresa loro si sono abbassati ancora di più e c'era meno spazio, lì ho pensato che Felix aveva un profilo diverso. Per questo è entrato anche con il Cagliari e il Milan. Ho pensato che col suo fisico poteva aiutare e creare delle difficoltà. E alla fine è andata così". Semplice a dirsi, molto coraggioso a farsi. Perché l'escluso, Zaniolo, non è un calciatore qualsiasi.  La notte di Felix, cresciuto nell'Asante Kotoko e nell'EurAfrica Academy, offusca così l'esclusione di Nicolò. Due gol, uno più bello dell'altro. Il primo, calciando di prima intenzione su assist di Mkhitaryan. Il secondo con un tiro a giro da oltre 30 metri, da potenziale grande talento. E ora, sarà difficile resistere all'inevitabile chiamata della Nazionale ghanese che già nell'ultima sosta aveva ricevuto dal ragazzo un cortese "no grazie".