Di Francesco: “Siamo agonizzanti, ma non morti”

Di Francesco: “Siamo agonizzanti, ma non morti”

Il tecnico si aggrappa al ritorno di De Rossi: “Mi auguro che ci dia una mano come presenza, una sorta di mister dentro la partita”

di Redazione, @forzaroma

Volto tirato, umore pessimo, risposte a volte piccate in una conferenza stampa che dura appena 11 minuti e 20 secondi, come riporta Stefano Carina su Il Messaggero.

Di Francesco avrebbe fatto a meno di parlare.Ma tant’è: “Squadra malata? Ho detto che non è guarita, che è diverso. Siamo agonizzanti ma non per forza si deve morire”. Si aggrappa al ritorno di De Rossi, pur non avendo certezze sulla tenuta fisica del calciatore: “Mi auguro che ci dia una mano come presenza, una sorta di mister dentro la partita. Il nervosismo è stata la parte più brutta del ko di Firenze. Dzeko? Ha chiesto scusa a tutta la squadra. Dobbiamo essere più uniti e sinceri, c’è un libro che dice: quando si deve comunicare ci deve essere lealtà tra le parti. In sala stampa è difficile, nello spogliatoio ci deve essere”. E per una volta l’appello è rivolto più all’interno che all’esterno. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy