Caso Diawara, Fienga ancora inibito: il club chiede il rinvio dell’udienza

La Roma vorrebbe che la discussione avvenisse di persona presso la sede in via Campania e non attraverso una video-conferenza sul web

di Redazione, @forzaroma

La Roma chiede il rinvio dell’udienza per il ricorso contro la sentenza dello 0-3 a tavolino inflitto ai giallorossi contro il Verona per aver erroneamente schierato Amadou Diawara nella lista over 22 per avendo 23 anni, scrive Gianluca Lengua su Il Messaggero.

Questa mattina sarà depositata l’istanza di rinvio, il motivo è legato all’assenza del Ceo Fienga attualmente inibito e quindi impossibilitato a partecipare. Inoltre, la Roma vorrebbe che la discussione avvenisse di persona presso la sede in via Campania e non attraverso una video-conferenza sul web, questo consentirebbe alle parti in causa di spiegare con più chiarezza l’origine dell’errore.

La strategia della Roma, difesa dall’avvocato Antonio Conte, sarà dimostrare che non c’è stato alcun tentativo di frode, perché nella lista dei 25 da consegnare alla Lega c’erano ancora 4 slot disponibili in cui sarebbe stato possibile inserire Diawara. In questo caso si tratterebbe di una semplice svista.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy