Tutti in campo. Il Governo dà il via libera agli allenamenti. Inter e Juve da domani, poi Lazio e Roma

Tutti in campo. Il Governo dà il via libera agli allenamenti. Inter e Juve da domani, poi Lazio e Roma

La prima a partire sarà oggi il Sassuolo. I giallorossi inizieranno oggi le visite per poi allenarsi giovedì

di Redazione, @forzaroma

La serie A riparte, ma (per ora) solo in allenamento, scrive Francesco Balzani su Leggo. Lo attesta una circolare inviata ieri dal Viminale ai prefetti sulle prescrizioni in vigore da domani e fino al 17 maggio: È consentita, anche agli atleti e non, di discipline non individuali, come a ogni cittadino, l’attività sportiva individuale, in aree pubbliche o private, nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri e rispettando il divieto di ogni forma di assembramento.

Una scelta prevedibile dopo la decisione di alcune Regioni (Campania, Lazio, Sardegna ed Emilia Romagna) di far riprendere comunque gli allenamenti individuali anche per i calciatori nei centri sportivi peraltro già organizzati da giorni. Un segnale di buon senso che accontenta i tanti tesserati ansiosi di tornare quantomeno ad allenarsi. Prima ci saranno una serie di visite d’idoneità (un po’ come quelle di inizio stagione) oltre ovviamente ai tamponi per rilevare il Covid-19.

La prima a partire sarà oggi il Sassuolo mentre domani sarà il turno di Inter e Bologna. La Roma inizierà oggi le visite per poi allenarsi giovedì, mentre la Juve ha richiamato i 9 stranieri (CR7 compreso) alla base e intanto riprende già domani. La Lazio, invece, anticiperà a dopodomani. Poi sarà il turno di Napoli, Torino e tutte le altre. Ovviamente gli allenamenti saranno a piccoli gruppi (fino a 6 giocatori e quindi con 3-4 turni circa ciascuno al giorno), non ci si potrà lavare al centro sportivo e ci saranno ingressi riservati ai soli atleti. Un protocollo obbligatorio confermato nell’incontro tra Figc e il Comitato tecnico scientifico. Mercoledì, però, occhio alla possibile doccia fredda. Il premier Conte potrebbe, infatti, annunciare lo stop definitivo al campionato come fatto in Francia e Olanda mentre Germania e Inghilterra si preparano a ripartire. In caso contrario la ripresa del campionato potrebbe arrivare verso il 13 giugno con 12 turni da spalmare fino al 29 luglio per poi lasciare spazio alle coppe europee (dal 2 al 29 agosto).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy