Serie A, campionato dal 13 giugno a porte chiuse

Serie A, campionato dal 13 giugno a porte chiuse

I club si sono mostrati compatti dopo tante polemiche e ora attendono l’ok di Conte

di Redazione, @forzaroma

La data c’è. Ora, però, la palla passa al Governo chiamato a decidere entro lunedì prossimo, scrive Francesco Balzani su Leggo.

La Lega di Serie A, durante l’assemblea di ieri, ha proposto la ripresa del campionato a porte chiuse per il 13 giugno, data scelta a maggioranza e che sembra la migliore per far disputare le 12 giornate rimanenti più i 4 recuperi e le finali di Coppa Italia entro il 2 agosto, per lasciare poi spazio a Champions ed Europa League.

I club si sono mostrati compatti dopo tante polemiche e ora attendono l’ok di Conte, sperando che il panorama europeo (anche in Portogallo si riparte il 4 giugno) possa convincere le istituzioni a rigonfiare il pallone.
Nel frattempo i centri sportivi si preparano al ritorno agli allenamenti di gruppo del 18 maggio dopo il via libera di Spadafora che però avvisa: «I calciatori non sono cassiere, non possono garantire la distanza. Si riparte solo in sicurezza». E intanto, gli ultras diventano un caso. Ieri hanno ribadito il proprio dissenso alla ripartenza con un documento firmato dai gruppi organizzati di tutta Europa.
L’assemblea di Lega, infine, ha affrontato pure la questione dell’ultima rata dei diritti tv, su cui i broadcaster vorrebbero risparmiare: «La Lega ribadisce, nel rapporto con i licenziatari dei diritti audiovisivi 2018-2021, la necessità del rispetto delle scadenze di pagamento previste dai contratti per mantenere un rapporto costruttivo».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy