Riecco Eder, incubo giallorosso

A settembre a Marassi un gol e un’autorete provocata: sabato guiderà l’attacco interista

di Redazione, @forzaroma

Ammazza-Roma con la Samp, ma ancora a secco con l’Inter: all’Olimpico per il primo sigillo? Eder Citadin Martins preferisce fare buon viso a cattivo gioco, concentrandosi più sulla ricetta giusta per uscirne («Un buon pesto alla genovese e torno a segnare» ha scherzato l’oriundo, a margine del blitz di lunedì a Bogliasco) che sul gol che non arriva e su statistiche (503 minuti complessivi dallo scorso 31 gennaio in serie A, con un doppio, allarmante zero alla voce reti segnate e assist vincenti) che non decollano. Ma, con Icardi ai box ( e Palacio squalificato, toccherà, infatti, a lui cantare e portare la croce, da falso nueve, nello spareggio-Champions di sabato sera con la Roma di Spalletti. In maglia blucerchiata, fu decisivo, con una rete su punizione ed un autogol (di Manolas) provocato, nel 2-1 Samp dello scorso 23 settembre a Marassi. E in gol anche ai tempi del Brescia. In campionato, Eder non va infatti a segno dallo scorso 24 gennaio (un gol in Samp-Napoli 2-4) e sabato sera avrà anche la complicazione del ruolo (centravanti di manovra, ben interpretato comunque contro la Juve in Coppa Italia) da risolvere.

(A. Agn)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy