La Roma cala il tris. Arrivano Ibanez, Villar e Perez

La Roma cala il tris. Arrivano Ibanez, Villar e Perez

Giallorossi in salsa latina. Il vero colpo è il talento blaugrana. In uscita Juan Jesus e Fuzato

di Redazione, @forzaroma

A Trigoria da domani aumenteranno gli armadietti e si parlerà ancora più spagnolo, scrive Francesco Balzani su Leggo.

Stanno arrivando, infatti, i rinforzi chiesti da Fonseca per allungare la coperta di una rosa troppo corta a causa di infortuni e bocciature. A dire il vero il primo latino è arrivato ieri.

Si tratta di Roger Ibanez che il tecnico già avrebbe voluto allo Shakthar un anno e mezzo fa. Il difensore centrale, brasiliano ma di chiare origini uruguaiane, ha svolto ieri le visite mediche a Villa Stuart e oggi si allenerà con la squadra (ha già scelto la maglia numero 41). A pochi metri da lui Politano costretto a tornare per (ri) sostenere le visite stavolta per il Napoli.

Il prezzo per Ibanez: 2 milioni per il prestito e 8 per l’ingaggio. Non poco, considerato che a Bergamo l’ex Fluminense ha giocato appena due partite. Cinquecentomila euro al minuto, quindi, con l’Atalanta che guadagna una plusvalenza di circa 6 milioni grazie alla conclusione dell’affare.

Oggi è il turno del centrocampo. Ieri, infatti, si è chiuso definitivamente l’accordo per Villar, under 21 spagnolo che gioca (anzi giocava) con l’Elche in serie B spagnola. Il Valencia, che poteva riprendere il giocatore visto che deteneva l’80% del cartellino, ha preferito lasciarlo andare anche su pressione del giocatore. “Se ne pentiranno“, ha chiosato il presidente dell’Elche. Il tecnico invece ci ha scherzato su: “Ha perso due chili per l’agitazione in questi giorni”.

Operazione complessiva da 5 milioni mentre il ragazzo – che si è beccato 15 cartellini gialli in 35 partite – guadagnerà circa 600 mila euro a stagione fino al 2024.

Il vero colpo, però, è in attacco dove è arrivata la fumata bianca per Carles Perez. Il talento, classe ’98, del Barcellona firmerà un quadriennale da 1,5 milioni e arriverà entro un paio di giorni, praticamente a titolo definitivo, visto che il ds Petrachi (con l’ok della futura proprietà) ha ottenuto il prestito con obbligo di riscatto sui 14 milioni (ma il Barça chiede la possibilità del controriscatto, come avviene di solito per i giovani della Cantera).

Perez, che si è messo in luce con un gol quest’anno in Champions contro l’Inter, è il rinforzo ideale per l’attacco che continua a segnare poco rispetto alla concorrenza nella corsa Champions. Anche per questo Petrachi avrebbe tentato un tentativo per avere Piatek in prestito dal Milan ricevendo però un secco no.

L’operazione Perez ha alimentato qualche critica tra tifosi e media blaugrana. Buon segno per la Roma che monitora (per giugno) Boga del Sassuolo e intanto saluta Antonucci (Vitoria Setubal) e probabilmente Juan Jesus, per il quale si continua a trattare con la Fiorentina. Previsto pure un arrivo in porta. Il terzo Fuzato, convocato addirittura dalla Seleçao, ha bisogno di giocare e potrebbe essere ceduto in prestito proprio al Setubal. Al suo posto è pronto a sbarcare Rafael del Cagliari che in Sardegna è chiuso da Cragno e Olsen.

Infine la querelle Nzonzi sembra essersi risolta. Il francese andrà in prestito al Rennes dopo essere stato messo fuori rosa dal Galatasaray.

0 Commenta qui


Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy