Inzaghi: «La Lazio c’è, ora il derby»

Il tecnico: “Noi brutti e vincenti, ma mercoledì contro la Roma dovremo fare di più”

di Redazione, @forzaroma

Brutta e vincente. La Lazio batte l’Udinese di rigore e adesso vede nuovamente la zona Champions distante appena 4 punti. Un penalty molto contestato dai giocatori bianconeri e concesso dall’assistente di Pairetto, Saia, che vede il tocco di pugno di Ali Adnan. «Ma era netto» giura Immobile che ha trasformato dagli undici metri. I dubbi sorti vedendo la gara in diretta sfumano mano mano che arrivano replay sempre più definiti. Resta nel caso solo da valutare la volontarietà del gesto del difensore.

Lazio brutta, dicevamo, e caricata a salve, la testa forse era già alla sfida di mercoledì contro la Roma in Coppa Italia come spiega Inzaghi: «In parte era così – ammette – ma io sono fiducioso. Il rigore c’era e ne manca un altro su Keita». Per affrontare la squadra giallorossa ma soprattutto per andare in finale servirà altro: «Sicuramente dovremo fare meglio, ma comunque veniamo da un ottimo periodo e qualche giocatore ci mancava. Poi parzialmente ha pesato anche qualche mia scelta in ottica Roma, come mettere Milinkovic in panchina all’inizio. Vogliamo la finale a tutti i costi».

 

Lazio che accorcia anche sul Napoli, adesso a -4, e riapre la lotta all’Europa che conta: «Lì davanti corriamo tutti ma la Lazio non molla e lotterà fino alla fine». Soddisfatto il man of the match, Immobile: «I gol sono importanti quando servono per far vincere la squadra. E’ andata come è andata e sono comunque contento. Siamo stati meno brillanti e dobbiamo migliorare sotto l’aspetto mentale perché ora ci aspettano partite importanti ma la classifica è corta è sarà emozionante».

De Vrij si gode la vittoria e lancia la sfida alla Roma: «Erano importanti i tre punti, li abbiamo ottenuti, adesso guardiamo avanti. Preferisco vincere una partita così che perdere come contro il Chievo. E’ una partita particolare senza una favorita. Dobbiamo tenere in testa che sono due sfide, può succedere di tutto. Dzeko? Uno degli attaccanti più forti del campionato». Chi non sta nella pelle è Murgia, alla sua prima da titolare in campionato: «Sono soddisfatto per me ma soprattutto per la vittoria. Abbiamo un grande potenziale: pensiamo partita per partita, poi faremo i conti». Così sul derby: «Sono tranquillo, la prepareremo al meglio conosciamo il valore della Roma. Da laziale è ovvio che la senta più di altri e spero di avere un’occasione».

(E.Sarzanini)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy