Chievo di svolta. Roma, la sfida di Verona decisiva per il 4° posto

Chievo di svolta. Roma, la sfida di Verona decisiva per il 4° posto

Al Bentegodi i giallorossi devono ritrovare la vittoria dopo due pareggi e la rovinosa sconfitta con la Fiorentina. Nell’era americana solo due vittorie in casa del club di Campedelli

di Redazione, @forzaroma

Mantenere alta la tensione è un esercizio che a Di Francesco non è riuscito molto bene in questa stagione. Anche contro le piccole come il Chievo Verona (9 punti in classifica) che ha costretto all’andata sul 2-2 la Roma all’Olimpico, come riporta Leggo.

Domani la Roma va al Bentegodi per ritrovare la vittoria dopo due pareggi e la rovinosa sconfitta con la Fiorentina. Ma proprio col Chievo in trasferta riemergono brutti ricordi e un dato negativo. Nell’era americana, infatti, sono state solo due le vittorie a Verona col club di Campedelli: il 5-3 nel 2017 con Spalletti con doppietta di Salah e lo 0-2 nel 2013 con Garcia. Poi cinque pareggi e una sconfitta, quella del 16 dicembre 2012 quando Pellissier (su un campo ridotto in condizioni oscene) gelò la Roma a 3′ dalla fine.

Ben tre le partite finite a reti bianche, l’ultima lo scorso anno che vide tra i protagonisti negativi Schick. Il ceco avrà l’occasione di rifarsi domani visto che sarà schierato di nuovo come ala destra poco dietro Dzeko. Allo scarso bottino elencato finora va aggiunta pure una vittoria amarissima, quella del 16 maggio 2010. Quel giorno l’Inter di Mourinho finì un punto sopra la Roma di Ranieri avendo approfittato tre giornate prima dello scivolone in casa con la Samp. Finì comunque con gli applausi dei 15 mila tifosi romanisti che avevano invaso il Bentegodi. Non ci sarà lo stesso spettacolo domani visto anche lo sciopero di alcuni gruppi ultras come forma di protesta verso la squadra. Superare il tabù Chievo ed evitare ulteriori sorprese in stile Bologna o Udinese diventa, però, obbligatorio per Di Francesco anche perché pure le altre concorrenti al quarto posto avranno un impegno morbido: Milan, Atalanta e Lazio giocheranno in casa rispettivamente con Cagliari, Spal ed Empoli.

Per questo Fazio, che di passaggi a vuoto in questa stagione ne ha avuti molti, invita a tenere alta la guardia: “Dobbiamo solo guardare avanti, ripartendo dalla grande prestazione offerta contro il Milan. Col Chievo non sarà facile, lo sappiamo, come sappiamo che da qui alla fine nessuna gara sarà semplice da affrontare. Nel girone di ritorno succede sempre così. Soprattutto contro squadre come il Chievo, che si giocano il tutto per tutto per la salvezza”.

Da Trigoria arrivano notizie di Manolas in leggero dubbio per domani: ha un fastidio al gluteo che si porta dietro da Firenze. Oggi la decisione, ma prevale l’ottimismo.

(F.Balzani)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy