Valdano: “Le persone a lui vicine devono aiutare a convincere Totti che è il momento di smettere”

“È impossibile discutere un mito. Nella storia della Roma lui viene al primo posto. Ma la formazione si fa con i migliori della settimana, non della storia. Totti ha 40 anni. Deve accettarlo”

di Redazione, @forzaroma

Oggi La Repubblica esce con un’intervista a Jorge Valdano, il campione del mondo argentino che al Real Madrid ha giocato, allenato e fatto il dirigente, fino a rompere con Mourinho. Ha attraversato il calcio da sovversivo, da uomo sensibile ai sogni. Oggi è un apprezzato scrittore. Tra le tante cose, alla vigilia del match Real Madrid-Roma, parla anche di Francesco Totti.

«È impossibile discutere un mito. Nella storia della Roma lui viene al primo posto. Ma la formazione si fa con i migliori della settimana, non della storia. Totti ha 40 anni. Deve accettarlo. Se noi calciatori avessimo immaginato quanto è duro l’addio, avremmo fatto i pittori o gli scultori, per non smettere mai. I calciatori sono gli ultimi a cogliere il momento giusto per lasciare. Dovrebbero aiutare Totti le persone a lui vicine. Altrimenti continuerà a vedere l’allenatore come un nemico. Il guaio è che oggi un allenatore deve gestire dei magnati. Questo sono i giocatori. Hanno un’altra squadra intorno: l’agente, l’avvocato, la comunicazione, il marketing. Gente con poco senso critico. Ma i cattivi consiglieri allontanano dalla realtà. Vivono per dar ragione al loro mezzo di vita».

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fran.97_464 - 5 anni fa

    Valdano come Boban, saranno stati due grandi calciatori e sarenno pure due discreti opinionisti, ma dire a Totti di dover smettere li fa perdere stile, dov’ era questa gente quando gli allenatori italiani bistrattavano Roberto Baggio ? perchè non parlano degli errori che commettono Milan, Real Madrid o del marcio che c’ è stato nella FIFA negli ultimi vent’ anni ?? Perchè Boban non parla di tutti gli elementi che impediscono al calcio italiano di progredire o di quanto siano ignoranti i massimi dirigenti ? Visto che uno sisente in grado di dire quello che gli altri dovrebbero fare… Totti facesse quelle che vuole, ha 40 anni non è un bambino

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy