Totti ok con la Samp. Tra Pallotta e Agnelli un’alleanza per lo stadio

Il capitano assente a Firenze sarà in campo lunedì a Genova e potrebbe rientrare Ibarbo

di Redazione, @forzaroma

Può dar fastidio ai puristi del tifo, ai tradizionalisti che sono cresciuti e continuano a convivere con l’astio calcistico per questo club, ma è un dato di fatto che Roma e Juventus siano ormai due club politicamente alleati. O, meglio, le attuali società hanno la stessa visione della progettualità e del modo di intendere la gestione di un’azienda nello sport.

A confermarlo è Andrea Agnelli, presidente dei bianconeri. “In James Pallotta abbiamo trovato un alleato – uno stralcio dell’intervista rilasciata a un settimanale tedesco, Die Zeit – La serie A in Italia dovrebbe essere gestita come la Premier inglese e la mancanza di stadi vecchi e non di proprietà è una delle cause della nostra crisi”. Idea del presidente giallorosso, che continua a lavorare con il sindaco Marino per realizzare un impianto di proprietà. “Pallotta mi ha assicurato che la prima pietra si poserà entro quest’anno – svela proprio Marino a RadioRadio – e che entro le prossime settimane avremo il piano esecutivo”.

In attesa di scoprire se i tempi promessi verranno mantenuti, Garcia pensa alla gara con la Sampdoria di lunedì sera. Totti non ha partecipato alla trasferta di ieri sera a Firenze per recuperare energie e preservare i muscoli da qualche acciacco. Ma sarà regolarmente in campo in campionato, per aiutare la squadra a rafforzare un secondo posto che non sembra più così al sicuro. Intanto sta meglio Ibarbo. L’ex Cagliari si è infortunato al polpaccio il 4 febbraio. Meglio, ha avuto una ricaduta che nelle previsioni avrebbe dovuto tenerlo fuori cinque settimane. I tempi sembrano essere rispettati e Ibarbo potrebbe rappresentare un’alternativa da utilizzare in attacco, per quello che è ancora un oggetto misterioso del mercato di gennaio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy