Silenzio e sudore, verso la sfida col Bologna

Silenzio e sudore, verso la sfida col Bologna

All’Olimpico ci saranno circa 30mila spettatori, ma il tecnico portoghese, oggi in conferenza, non ha tempo di pensare all’ambiente

di Redazione, @forzaroma

Da una parte la sede dell’Eur, dove il gruppo Friedkin continua a lavorare con i legali e i dirigenti della Roma per il passaggio di proprietà. Dall’altra Fonseca, a Trigoria, che prova a isolarsi per preparare la partita di domani sera contro il Bologna. All’Olimpico ci saranno circa 30mila spettatori, ma il tecnico portoghese, oggi in conferenza, non ha tempo di pensare all’ambiente. Deve concentrarsi solamente sulla Roma con un 2020 iniziato nel peggiore dei modi. La squadra giallorossa è concentrata e isolata, tanto che in questi giorni non ha parlato nessun calciatore. La certezza è che il guidare il gruppo ci sarà capitan Dzeko. Lorenzo Pellegrini, squalificato, in teoria, dovrebbe essere sostituito da Pastore. In pratica, visto che l’argentino avverte ancora dolore, sperano in un posto da titolare Mkhitaryan e Perotti. Uno tra Under e Kluivert dovrebbe quindi andare in panchina (Fonseca è rimasto deluso dalla prestazione di entrambi col Sassuolo). A centrocampo, invece, spazio a Cristante e Veretout, a meno che – scrive ‘La Repubblica’ – Fonseca non decida di mettere più avanti mancini, insieme al francese, avanzando Cristante e mettendo uno tra Fazio e Cetin in difesa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy