Sarri e Allegri, i dubbi di Friedkin per il dopo Fonseca

A prescindere dai risultati sportivi, il futuro del tecnico portoghese sarà destinato altrove

di Redazione, @forzaroma

Nella testa dei Friedkin oggi albergano solo due certezze, scrive Matteo Pinci su La Repubblica. La prima è che Paulo Fonseca abbia fatto il suo tempo. A prescindere dai risultati sportivi, il futuro sarà destinato altrove. E qui arriva la seconda certezza. Ossia la necessità di puntare per la Roma su una figura che conosca la realtà italiana.

La prima scelta era in realtà distante da quest’idea: Julian Nagelsmann del Lipsia, però, non pare disponibile a spostarsi. E quindi meglio scegliere nomi consolidati. La lista che Ryan Friedkin, il general manager Pinto e il consulente Charles Goud hanno stilato è divisa per fasce e non potrà tenere conto del piazzamento finale della squadra.

La primissima fascia di allenatori è riservata agli ultimi due campioni d’Italia: Allegri e Sarri. Con Sarri i contatti più recenti: almeno due telefonate, parlando anche di giocatori. Tra i nomi è emerso quello di Hysaj, dubbi invece sugli attuali terzini, ritenuti poco adatti alla difesa a quattro. Apprezzato invece Mayoral. La suggestione? Zaniolo centravanti “alla Mertens”.

Novità potrebbero arrivare anche a livello dirigenziale. Morgan De Sanctis ha ricevuto un’offerta dalla Ternana. Alberto De Rossi potrebbe ricoprire l’incarico di direttore tecnico delle formazioni giovanili.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy