Salta Euro 2020, ma l’Olimpico non ferma i lavori

Salta Euro 2020, ma l’Olimpico non ferma i lavori

L’abbattimento delle barriere architettoniche e il nuovo look per i tunnel interni che ospitano bar e bagni entro i prossimi 60 giorni

di Redazione, @forzaroma

L’occasione per il rilancio a livello internazionale della capitale tanto aspettata anche dalla Raggi, con Totti come star della cerimonia di presentazione, è rinviata di un anno. Il coronavirus ha rimandato gli Europei all’anno prossimo, all’11 giugno, probabilmente nello stesso fine settimana delle elezioni Comunali. Come riporta ‘La Repubblica’, quel che è certo è che per l’avvio della prossima stagione calcistica lavori di ristrutturazione dello stadio Olimpico saranno sicuramente terminati. L’abbattimento delle barriere architettoniche e più spazi per gli spettatori disabili e il nuovo look per i tunnel interni che ospitano bar e bagni entro i prossimi 60 giorni. Un messaggio chiaro alla Uefa: “Abbiamo rispettato le consegne”.

Per la Serie A dipenderà anche dalla ripresa del campionato: se Roma e Lazio dovessero tornare a giocare già ad aprile (improbabile) i lavori si fermeranno nei giorni delle partite per poi riprendere durante la settimana. Se la competizione ripartirà a maggio, invece, non ci saranno problemi. Per i tifosi, invece, la possibilità più concreta è che curve e tribune restino chiuse al pubblico anche in caso di ripresa. A tifare per la ripresa è sempre Claudio Lotito, che si è fatto sentire anche in Campidoglio. Un pressing morbido, ma utile anche a tenere il punto presso i 5 Stelle: in un modo o nell’altro il campionato deve riprendere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy