Ruediger-Peres, è ballottaggio. Totti resta a casa

Il brasiliano e il tedesco si giocano un posto nell’11 titolare. «Si può anche rischiare di farlo giocare subito, ci sono però da fare delle valutazioni», parola di Spalletti su Ruediger

di Redazione, @forzaroma

La Roma è stata costretta a partire per Empoli senza Francesco Totti. Il capitano si è bloccato durante l’allenamento di ieri per un affaticamento muscolare al flessore sinistro, la cui entità verrà valutata nei prossimi giorni. E così rientrano tra i convocati Bruno Peres e Perotti, ma ne esce il numero dieci, per una lista appesantita già di molto dallo stop di Florenzi. «È talmente bravo a sostituire tutti, che diventa impossibile sostituire lui» sintetizza così Spalletti. «La squadra tutta dovrà dare qualcosa in più – l’analisi del mister – dobbiamo richiedere un sacrificio maggiore ai singoli. Anche perché l’Empoli è allenato da Martusciello, uno con la testa solida, che ho allenato ed è bravissimo. Avremo un avversario fortissimo, finora sfortunato e che ci metterà qualcosa in più».

La Roma cerca la sua seconda vittoria consecutiva in trasferta, dopo quella di Reggio Emilia, che sarebbe la quinta consecutiva in campionato, ricorda Francesca Ferrazza su “Repubblica“. Rientrano Perotti e Bruno Peres, con il brasiliano in ballottaggio con Ruediger per una maglia da terzino destro: «Si può anche rischiare di farlo giocare subito – ammette Spalletti – ci sono però da fare delle valutazioni». Dubbi anche per quanto riguarda il centrocampo: non è sembrato al meglio Strootman contro il Sassuolo, potrebbe quindi toccare a Paredes partire dal primo minuto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy