Roma e i veleni di Spalletti. Di Francesco sarà l’antidoto

Monchi rivela: “Per il prossimo allenatore della Roma è quasi fatta”

di Redazione, @forzaroma

I destini di Spalletti, Montella e Di Francesco s’incrociano nel pomeriggio di ieri. Mentre il primo racconta i motivi che l’hanno convinto a lasciare la panchina della Roma “candidando” gli altri due a sostituirlo (“Spero che la Roma prenda Montella o Di Francesco”), l’ex aeroplanino è in una stanza di Casa Milan a mettere la firma sul prolungamento del contratto fino al 2019, come scrivono Pinci e Scacchi su La Repubblica.

I saluti di Spalletti alla capitale erano terminati da poco in un j’accuse con obiettivi vari: “I fischi dei tifosi mi hanno fatto male e non li merito. Non sempre tutti qui hanno remato dalla stessa parte. Qualcuno ha voluto creare una divisione tra me e Totti che non esiste, io a Francesco ho voluto bene e gli ho allungato la carriera di un anno. Post-verità che anticipano l’accordo con l’Inter di Sabatini, diretto in queste ore a Nanchino dai vertici di Suning. Entro la metà di giugno tornerà per presentare a Milano il nuovo allenatore interista. Ma la colonia di ex romanisti si arricchirà pure di Ruediger, elemento indispensabile per l’allenatore a garantire una difesa “elastica”: “Ci piace”, ammette Sabatini, e domenica gli agenti hanno già presentato una proposta interista a Trigoria.

Mentre Spalletti, sono circa le 17 di ieri, sale su un treno per andare a godersi qualche giorno di riposo a Firenze (nel week end incontrerà Ausilio), Di Francesco sorseggia ignaro un caffé in un bar dell’Eur, a Roma: “Non sono qui per firmare, vado dal dentista”. Eppure, è in quegli istanti che il ds romanista Monchi sta annunciando al calcio italiano che all’ingaggio del nuovo tecnico non manca poi molto: “Per il prossimo allenatore è quasi fatta“. Mentre Pallotta rinvia a oggi il ritorno negli States previsto per il pomeriggio di ieri. Pure la questioncina della clausola rescissoria con il Sassuolo è in via di definizione: forse, all’inizio della prossima settimana l’annuncio.

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. encat - 3 anni fa

    per favore basta parlare di Spalletti al veleno, sfido chiunque a lavorare serenamente in un’atmosfera bollente come quella che si è creata a Roma nell’ultimo anno. Per come la vedo io, è riuscito a fare anche troppo, considerata anche la rosa non certo di primissimo piano (la difesa è un disastro, non giriamoci troppo intorno)
    Vorrei vedere voi giornalisti, magari con una carriera brillante alle spalle, se venissero da voi cani e porci a criticare ogni santo giorno il lavoro che fate, a spalarvi m…a addosso dopo un traguardo importante, che non era certo quello atteso, ma è comunque importante.
    Perché in altre città (non faccio nomi, non ce n’è bisogno) non succedono queste cose? Fatevela qualche domanda ogni tanto
    Qualcuno dice che Spalletti all’inda non farà bene perché è una piazza ancora più esigente: forse è vero, ma sono convinto che se Spalletti chiede un giocatore, i cinesi glielo comprano senza badare a spese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy