Roma, con Stekelenburg sar? addio. In pole c’? Rafael

di finconsadmin

(repubblica.it – L.Serafini) Una coppa da vincere, una a cui qualificarsi e un futuro da programmare. Le priorit? riguardano l’allenatore e il mercato: diversi i nomi accostati alla panchina della Roma, che fino al derby di Coppa Italia rimarr? occupata da Andreazzoli. Sabatini intanto lavora sul futuro di Stekelenburg: dall’Inghilterra rimbalzano le voci di un addio a fine stagione, per questo il ds avrebbe gi? un’alternativa pronta.

 

STEK SALUTA? –?L’esperienza a Roma di Stekeelburg sembrava aver visto la sua conclusione al gong del mercato di gennaio. L’olandese, spodestato da Zeman che gli aveva preferito Goicoechea, si era promesso, anzi consegnato, al Fulham con tanto di volo a Londra per concludere l’affare. I tempi troppo stretti avevano fatto saltare tutto, ma non i contatti allestiti in quei giorni. Come quelli mai davvero interrotti tra il Fulham e l’entourage del portiere: in Inghilterra hanno pochi dubbi, la possibilit? per Stekelenburg di trasferirsi definitivamente a Londra ? stata solo rimandata. A gennaio si tratt? intorno ai 5 milioni di sterline, circa 6 milioni di euro. Una cifra che Sabatini potrebbe accettare, e reinvestire per sostituire l’olandese, che per? dopo aver ritrovato un posto da titolare, sembra aver cambiato le sue priorit?: “Ora sto bene, non voglio pi? lasciare la Roma”, aveva dichiarato dal ritiro dell’Olanda.

 

Se nella Roma, grazie al cambio in panchina, ha riconquistato i pali, in nazionale Van Gaal continua a preferirgli Tim Krul, verso il quale, secondo il “Daily Mail”, la Roma avrebbe mostrato un timido interesse. L’attuale portiere del Newcastle, con contratto in scadenza nel 2017, ? valutato intorno ai 15 milioni di euro. Troppi o sicuramente abbastanza da fargli preferire Rafael del Santos. Piace molto a Sabatini, che gi? a gennaio aveva individuato nel 23enne brasiliano il sostituto perfetto per Stekelenburg. Operazione gi? conclusa? Non solo in Brasile la considerano tale, di certo c’? che la Roma non ha mollato la presa sul portiere del Santos. L’ultima parola potrebbe aspettare al futuro allenatore dei giallorossi, che non verr? scelto in base all’esito della finale di Coppa Italia, ma che con buone probabilit? a Trigoria conosceranno con certezza proprio in quei giorni. Prima del derby infatti, Sabatini riveler? ad Andreazzoli il suo futuro, che il tecnico per? sembra aver gi? anticipato sabato scorso: “Non sono qui per fare carriera”.

 

 

DUBBI IN DIFESA –?L’obiettivo per le prossime partite ? il pi? scontato quanto difficile da ottenere: raccogliere pi? punti possibili nelle ultime sei gare di campionato, iniziando da domenica contro il Pescara. I dubbi per Andreazzoli riguardano la fascia sinistra:Balzaretti ? squalificato, Marquinho questa mattina si ? fermato per un’infiammazione al ginocchio destro (gli esami hanno scongiurato lesioni) e anche Dod? sembra destinato al forfait. Il giovane brasiliano, che a Sky ha preferito allontanare azzardati paragoni con Roberto Carlos, sembrava in rampa di lancio per una maglia da titolare, ma questa mattina ? stato costretto a fermarsi per un risentimento ai flessori della coscia sinistra. Domani si verificheranno meglio le condizioni dell’esterno sinistro e di Florenzi, che oggi ha lavorato in palestra, alle prese con una contusione alla caviglia. A questo punto Andreazzoli ha davanti due scelte: spostare Torosidis a sinistra, in un ruolo che finora non ha mai ricoperto dal primo minuto in una difesa a 4, o tornare a difendere a tre. Il tecnico giallorosso sembra propenso a percorrere la prima strada, schierando davanti ai quattro difensori Bradley, De Rossi e Pjanic, che ha ormai recuperato dalla botta presa alla caviglia. In attacco, l’unico dubbio e tra Osvaldo o Destro (che oggi ha lavorato solo in palestra), con l’italo-argentino pi? riposato ma a rischio fischi da parte dell’Olimpico.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy