Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

La Repubblica

Regalo e commento razzista: la festa di Afena è un autogol

Regalo e commento razzista: la festa di Afena è un autogol

L’intento, giurano a Trigoria, era ironico, per le tante banane che il ragazzo mangia prima delle partite

Redazione

Mentre scartava il regalo più special che avesse mai ricevuto, un rumore di fondo ha finito per guastare il momento di Felix Afena Ohene-Gyan, scrive Matteo Pinci su La Repubblica. Che in quell’istante felice era davvero: le scarpe “da 800 euro”, in realtà 775 da listino, che Mourinho gli aveva promesso in diretta tv avvolte in un pacco a cui togliere il nastro, l’abbraccio prima e dopo al suo allenatore, premio per i due gol con cui ha steso il Genoa domenica notte e regalato alla Roma la vittoria. E invece, quella ripresa, quel “balla, balla”, che gli dicono appena indossa le nuove sneakers, ha qualcosa che disturba profondamente. Fino alla frase che dall’esterno non può non suonare razzista: “Ci stanno le banane dentro, Felix”. L’intento, giurano a Trigoria, era ironico, per le tante banane che il ragazzo mangia prima delle partite, tema di sfottò — dicono — tra compagni. E pure Felix, che nel nome ha la parola “re” (questo vuol dire Ohene) ha minimizzato: “Non era razzismo, siamo una famiglia, con me scherzano perché mangio tante banane, non fatevi idee sbagliate”. Poco prima lui stesso aveva rimosso il video, su suggerimento dei dirigenti, costretti a gestire una situazione esplosiva, per la famiglia Friedkin.